mercoledì 28 Luglio, 2021 - 12:55:58

Il mio paese mi fa male

Cari amici, stamattina mentre rileggevo Robert Brasillach, ho avvertito il bisogno di ispirarmi alla sua celebre poesia “Mon pays m’a fait mal” (ll mio paese mi fa male), per proporvi questo mio breve componimento.

Il mio paese mi fa male per le sue vie sorde e desolate,
e annegate nel mare delle pandemie insanguinate,
per i suoi medici combattenti in vane battaglie perdute,
per il cielo di dicembre cupo e nero e per il triste suono del vento.
Il mio paese mi fa male in questi empi mesi,
per le preghiere vane e inascoltate,
per il suo abbandono e per il destino,
e per il grave fardello che grava sulla storia.
Il mio paese mi fa male per i mancati amori,
per i suoi colori inespressi,
e per il mare aperto ai neri vascelli carichi di peste.
Il mio paese mi fa male per i suoi giovani feriti,
per i suoi vecchi indifesi, per le sue case nude,
e per gli ammalati ammassati dietro il filo spinato degli ospedali.
Mi fa male per tutti quelli che sono lontani dalla loro amata Terra.
Il mio paese mi fa male con i suoi cuori tremanti e sanguinanti,
e la sua giovinezza spenta.
Il mio paese mi fa male per il virus puntato alle spalle dei fratelli,
e per coloro che cantano la spregevole negazione.
Il mio paese mi fa male per le falsità televisive,
con i suoi carnefici di ieri e con quelli di oggi.
Mi fa male per il dolore che scorre,
e per la paura che corre.
Il mio paese mi fa male.

Tonino Filomena

Facebook Comments Box

Notizie su Tonino Filomena

Tonino Filomena, scrittore e storico documentarista. Attratto dallo studio della Storia e dalle vicende umane ad essa collegate, in particolare del Novecento, dopo essere stato allievo di Tommaso Pedio e Indro Montanelli, conseguendo giovanissimo la laurea in Scienze Politiche, ha iniziato a occuparsi di storia patria documentando e illustrando la vita della sua città natale (Maruggio). È membro della Società di Storia Patria per la Puglia, presidente regionale del Sindacato Libero Scrittori Italiani, Testimonial Albo d’Oro del Comitato Scientifico No Lombroso di Torino; già Socio ordinario dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e Segretario Nazionale dell'Istituto Nazionale Minoranze Etnico-Linguistiche in Italia presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. E’ autore di numerosi saggi, tra cui: Maruggesi nel primo Novecento. Il relitto della Madonnina. Guida a Maruggio, dentro e oltre la storia. Attacco a Maruggio. Paese nostro povero ma bello. Gli occhi della memoria. Nel ventre della Balena Bianca. Così parlò Bilbo. Il soldato contadino e l'ultima sua opera L'infanzia perduta, edita da La Voce di Maruggio.

Leggi anche

Manduria ZTL: da sabato 24 Luglio sarà istituita nelle marine

Il Sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro e l’Amministrazione Comunale, rendono noto alla cittadinanza che a …