venerdì 14 Giugno, 2024 - 3:33:17

Il re dei paparazzi Rino Barillari aggredito con pugni e schiaffi da Gérard Depardieu

Rino Barillari
Rino Barillari

Qualche giorno dopo aver ricevuto in Calabria il 38° Premio Troccoli Magna Graecia per la carriera giornalistica come fotoreporter

Rino Barillari aggredito, strattonato, colpito con pugni e schiaffi a Roma, in via Veneto da Gérad Depardieu: era appena tornato dalla Calabria con la moglie Alessandra Mastrosanti, dove, nel teatro comunale di Cassano all’Ionio, gli era stato conferito il 38° Premio Nazionale Troccoli Magna Graecia alla Carriera giornalistica, in qualità di fotoreporter e “re dei paparazzi”.

Il presidente del comitato scientifico del Premio, Pierfranco Bruni, lo staff organizzativo e il curatore del premio Martino Zuccaro, esprimono vicinanza e sentimenti di viva cordialità per l’accaduto a Rino Barillari e alla moglie Alessandra Mastrosanti. Da condannare la estrema esuberanza di Depardieu che ha provocato alcune ferite a Barillari, il quale è stato soccorso dai presenti e successivamente trasportato in ambulanza nell’ ospedale più vicino.

Sul palcoscenico del Teatro comunale di Cassano all’Ionio (CS), ha con orgoglio ed ironia elencato i vari incidenti accadutigli sul lavoro da “re dei paparazzi” in 50 anni di lavoro: 163 ricoveri in pronto soccorso, 11 costole rotte, 1 coltellata, 76 macchine fotografiche malridotte, 40 flash distrutti e centinaia manganellate negli anni del terrorismo.

«Chi mi conosce –ha aggiunto Rino Barillari– sa quante liti ho affrontato per strada, quanti incidenti, ma io non mi sono mai fermato, e oggi dedico questo a tutti voi, perché anche voi fate parte della mia vita: io prima fotografo e poi chiedo il permesso; ecco perché le ho preso molte volte. Sono orgoglioso di tornare in Calabria come paparazzo della Dolce vita di Fellini; il mio è stato un lavoro difficile, fotografo di nascosto, di scandali, di finti scandali: io prima scatto e poi chiedo: viva la Calabria».

Barillari nel pomeriggio precedente la premiazione, ha chiesto di essere accompagnato a Cassano centro per visitare o quantomeno osservare dal di fuori la sede del teatro comunale dove, il pomeriggio successivo, avrebbe ricevuto il riconoscimento. Dopo avere osservato e fotografato l’ingresso del teatro, la coppia Barillari è stata accompagnata, attraverso via Praino e il suo prolungamento, sul viale dell’ex stazione ferroviaria. Attraversando i tornanti lungo tale percorso, Rino Barillari fa bloccare l’auto: ferma! prese il telefonino e fotografò la collina che sovrasta la vallata della Madonna della Catena, e ancora più giù, la vegetazione spontanea: il paesaggio attraversato dalla fioca luce solare pomeridiana aveva colpito la curiosità e la passione di Rino.

Intanto, pochi minuti prima, attraversando la strada che da Lauropoli porta a Cassano, al termine di Ponte Nuovo, un’autovettura si era infilata sotto un autotreno con motrice: ferma l’auto -urlò ancora una volta Barillari: fotografò la macchina incidentata e la persona, con ferite lievi, che era rimasta incagliata all’interno dell’abitacolo e dal quale non poteva uscire: più tardi lo hanno aiutato a venir fuori i vigili del fuoco.
Questo e tanto altro è Rino Barillari!

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Cantine Pliniana

Lunedì 17 giugno si festeggiano i 60 anni della storica Cooperativa di Manduria celebrando la nuova vision aziendale “ N U O V A E R A ”

Un’intera giornata tra convegno, masterclass, approfondimenti e condivisione dei nuovi vini di Cantina Pliniana Manduria …