venerdì 21 Gennaio, 2022 - 4:14:45

Il Sindaco di Maruggio: «Dall’anno prossimo le cose cambieranno… nella notte di ferragosto piazzerò delle sentinelle lungo tutto il litorale »

ALFREDO LONGOMARUGGIO – Un «Vaffa» lungo nove chilometri, tanti quanto è lungo il litorale trasformato in discarica dopo il bagordo della notte di ferragosto, è partito dal sindaco di Campomarino di Maruggio, Alfredo Longo, a chi insudicia le spiagge. «Campomarino non la meritate, schifosi», ha scritto sulla sua pagina Facebook il primo cittadino della rinomata località di mare sullo Jonio, che, sempre sul social, si spinge oltre con una minaccia: «Se sento ancora qualcuno lamentarsi che le spiagge sono sporche – scrive – giuro che lo mando a fare in culo pubblicamente!».

Sindaco Longo, il suo «vaffa» ha fatto scatenare la rete che si è divisa tra chi le dà ragione e chi, invece, ha ritenuto eccessiva questa sua reazione resa pubblica su Facebook.

«Quando ci vuole, ci vuole. E’ stato uno sfogo che non sono riuscito a trattenere quando ho visto com’erano ridotte le spiagge il 15 mattina. Non è bello vedere vanificati tanti sforzi profusi per rendere il più possibile vivibile i nostri lidi. Mandare quel vaffa è stato il minimo che potevo fare, ero arrabbiato e lo sono ancora perché mi sono immedesimato in chi quella mattina ha dovuto assistere allo scempio di una notte di follie e di sudiciume».

Insomma, l’ha presa proprio male.

«E come potevo prenderla sennò? Facciamo di tutto per rendere ospitali i nostri nove chilometri di spiagge, ogni anno spendiamo quasi quarantamila euro nelle pulizie degli arenili, facciamo tanti sforzi per preservare l’ambiente, quest’anno abbiamo realizzato l’unica spiaggia accessibile ai disabili in carrozzella sino alla battigia. Il nostro sistema dunale già sito d’interesse comunitario è candidato per diventare riserva naturale; vedere poi lo spettacolo che si presenta ogni volta a ferragosto, non è più sopportabile».

Ogni anno è la stessa cosa, naturalmente non solo qui ma un po’ ovunque. Lei ha qualche idea per interrompere questa usanza?

«Purtroppo è principalmente questione di buona educazione contro cui noi che amministriamo il territorio non possiamo fare molto. L’unico sistema è il controllo ma anche qui ci scontriamo con le scarse risorse e poco personale. Pensi che il nostro corpo di polizia locale ha un organico di sei vigili che turnano in tre al giorno, due di mattina e uno il pomeriggio e sera e viceversa. Mi volete dire come si fa a controllare nove chilometri di costa?».

Quindi non c’è rimedio?

«Dall’anno prossimo le cose cambieranno. Farò delle convenzioni con le associazioni ambientaliste e nella notte di ferragosto piazzerò delle sentinelle lungo tutto il litorale. Naturalmente non avranno potere sanzionatorio ma perlomeno saranno un deterrente e comunque potranno segnalare eventuali trasgressioni».

Ha pensato di istituire una tassa di soggiorno per sopperire a queste spese?

«Personalmente la ritengo una cosa giusta, ma noi non siamo ancora pronti per accettarla. Vedremo più in là se le mentalità cambieranno».

Nazareno Dinoi sul Corriere del Mezzogiorno

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Leonard Cohen e Dante. Alla ricerca di un amore in esilio. C'è sempre un viaggio inascoltato lungo gli argini del tempo che intreccia memorie

Leonard Cohen e Dante. Alla ricerca di un amore in esilio. C’è sempre un viaggio inascoltato lungo gli argini del tempo che intreccia memorie

Abitano il tempo e l’esilio della parola. La cognizione dell’esistere oltre il dolore. C’è sempre …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.