mercoledì 28 Luglio, 2021 - 4:09:29

Il Tiglio (Tilia spp.)

tiglio ugo pellini
credit photo: La Voce di Maruggio

Nei primi giorni di giugno si respira l’aria inebriante della fioritura del Tiglio (Tilia spp.), l’albero più frequente nelle alberature pubbliche delle città del Nord Italia. Tilia deriva dal greco, ptilon, penna leggera, ala, per la forma dei suoi fiori. Ovidio narra la storia romantica di Giove e Mercurio che, scesi sulla Terra per vedere se gli uomini vivessero felici, furono accolti con calore solo da una coppia di vecchi coniugi (Filemone e Bauci).

Per riconoscenza concessero loro di morire nello stesso momento e li trasformarono in un Tiglio e in una Quercia. Citato spesso ne “I Nibelunghi” il Tiglio è un emblema della Germania; l’“Unter den Linden” (sotto i tigli) di Berlino è il viale più famoso d’Europa. Simboleggia la salute (dal tedesco “linde”, Tiglio e “lindern”, lenire); da sempre è ritenuto importante per le sue proprietà medicinali. Con i fiori essiccati si preparano tisane contro la tosse, la febbre e per favorire il sonno; gli infusi abbassano la pressione arteriosa e svolgono un effetto calmante.

Tiglio Ugo Pellini
credit photo: La Voce di Maruggio

La sua foglia cuoriforme è legata all’amore e ai sentimenti più nobili; per rinvigorire un relazione amorosa ci si deve baciare sotto un Tiglio. L’ intenso fragranza del fiore annuncia l’arrivo dell’estate; a me ricorda le piacevoli sensazioni della fine della scuola e l’ apertura della piscina comunale

Facebook Comments Box

Notizie su Ugo Pellini

Ugo Pellini, laureato in Scienze Naturali all’Università agli Studi di Parma ha insegnato al Liceo Scientifico Aldo Moro di Reggio Emilia. Pubblicista giornalista scrive su quotidiani e riviste locali, di verde, di alberi e della loro storia ed evoluzione. E’ autore di una ventina di pubblicazioni di botanica e storia; tra le più importanti: “Breve guida alle piante del reggiano”, “Educare al verde”, “Obiettivo piante”, “Una città di alberi”, “I monumenti verdi”, “Alberi di pregio”, “Il Parco del popolo: i Giardini pubblici di Reggio”, “Cento alberi, viaggio tra gli alberi monumentali della provincia di Reggio Emilia”, “Alberi a Scandiano”, “Gli alberi narrano: storia e botanica del verde di Reggio Emilia”. Ha ideato la manifestazione “Alberinfesta” dell’Azienda Municipale Servizi Città; ha progettato l’Orto botanico didattico del Liceo Scientifico Aldo Moro, ha presieduto il “Comitato per la salvezza della fontana e dei cedri” e il “Comitato difesa Parco ex Dogana”. E’ intervenuto attivamente per il ripristino del Parco Langer, piantato alberi con Paride Allegri di Resistenza Verde e avviato campagne di stampa contro il taglio di alberi e le potature sbagliate.