venerdì 24 Settembre, 2021 - 9:06:12

“Immagini in versi” – Massafra incontra Dante

Quando la fotografia abbraccia i versi della eccelsa opera dantesca, diventa scrigno di tesori culturali. Quando questi versi ispirano creazioni fotografiche, nascono opere di grande bellezza, che raccontano emozioni e trasmettono passione. Con il concorso fotografico “Immagini in versi” – Massafra incontra Dante – il territorio diventa lo scenario di un grande evento di arte e cultura. Organizzato dall’associazione culturale “Programma Cultura” e la Biblioteca Comunale “Paolo Catucci” di Massafra, il progetto mira a coinvolgere fotografi in un omaggio a Dante Alighieri, in occasione del 700° anniversario della sua morte. L’obiettivo è un’opera di interpretazione creativa dell’opera dantesca nella cultura contemporanea per mezzo della fotografia.

Fin dalla sua pubblicazione, infatti, la Divina Commedia è stata citata, rielaborata da artisti e illustratori, da Botticelli a Dalí, da Doré a Rauschenberg, i quali di volta in volta hanno celebrato l’opera con la propria cifra stilistica, giungendo a esiti di potenza visionaria talvolta vicini a quelli del poema. La call artistica è rivolta ai fotografi interessati a candidare foto, liberamente ispirate alla Divina Commedia, ai temi danteschi e a tutta l’opera di Dante, scattate nel territorio di Massafra. Il concorso fotografico “Immagini in versi – Massafra incontra Dante”, è un evento in cui la lettura dialoga con l’arte, la natura, il territorio – come sottolineano il sindaco Fabrizio Quarto e il consigliere Graziana Castellano – esso invita a riscoprire gli scenari più tipici della Città, prendendo spunto da una “terzina” di Dante e trasformandola in fotografia, offrendo così un’occasione di crescita e di arricchimento. In linea con quanto indicato dalla campagna “Il Maggio dei Libri”, tema del concorso è “Amor…”, quale sentimento profondo, declinato in tutte le sue sfumature, anche per il territorio e le sue eccellenze. La partecipazione al concorso è gratuita ed è aperta a tutti i fotografi residenti in Italia, senza distinzione fra dilettanti e professionisti. Sono previste due categorie di concorrenti: under 18 e over 18.

Ogni partecipante potrà presentare fino ad un massimo di 3 fotografie che, ispirate ad una “terzina” di Dante, dovranno riguardare esclusivamente il territorio comunale di Massafra: paesaggi, architetture e monumenti, persone, scene di vita cittadina. Nel cammino iniziatico, intimo e intrinsecamente umano, Dante lascia scoprire le possibilità̀ dell’amore, le sperimentazioni dell’animo umano che soffre e si lascia esaltare, mira all’appagamento dei sensi e, infine, si ritira in una sfera interiore, in cui la proiezione dell’eros verso l’amata basta a realizzare il compimento dell’io più intimo e profondo. “Fotografare Dante” significa contaminarlo con la vita di tutti i giorni, stringere un legame tra la realtà e l’astrazione. Si tratta di lasciarsi permeare da ciò che si è letto – la poesia dantesca, che parla di mondi e di epoche lontane – e poi esprimerlo. Ma, quando lo si riporta fuori oltre a quello, c’è dell’altro: c’è del proprio, esperienze, storie e sentimento del mondo, che servono per comprendere e illuminare la poesia, ridarle nuova vita attraverso l’immagine fotografica. Quando accade questo doppio movimento, verso l’oggetto e verso di sé, succede una cosa particolare, per chi scatta e per chi guarda la fotografia: accade di scoprire la bellezza.

L’artista vede il bello dove tutti gli altri non lo vedono ed ha il compito di educare all’apprezzamento. Inoltre, preme far emergere il valore umano che si coltiva nel continuo interscambio tra architettura, cultura, società e creazione artistica, coinvolgendo il tessuto cittadino, che verrà raccontato e guardato con occhi diversi attraverso un obiettivo fotografico. Il concorso si propone di offrire la possibilità di ammirare le bellezze di Massafra dei suoi colori, soprattutto nella luce, mezzo espressivo per descrivere l’indescrivibile, per trasfigurare la realtà, per dare corpo a immagini ispirate e sentimento a ciò che ci circonda. Il concorso prevede la proclamazione di sei opere vincitrici, tre per ciascuna categoria. Il regolamento e la scheda di partecipazione al concorso sono disponibili sul sito istituzionale dell’Ente, sulla pagina facebook della Biblioteca Comunale “Paolo Catucci”, sulle pagine social (facebook programmacultura, Instagram programma_cultura) e sul sito www.programmacultura.it

Alessandra Basile

Facebook Comments Box

Notizie su Alessandra Basile

Laureata in Scienze dei Beni Culturali, presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari, con tesi in Archeologia, prosegue gli studi in campo gestionale conseguendo un master in "Management dei sistemi turistici e culturali" e diverse attestazioni in campo di studio e ricerca di critica artistica e letteraria. Da anni impegnata nella divulgazione culturale, per la promozione e valorizzazione del territorio, ha al suo attivo importanti collaborazione redazionali con testate nazionali e regionali, per cui ha curato rubriche di divulgazione scientifica, letteratura, arte e ambiente. Scrittrice di narrativa per ragazzi, è attualmente organizzatrice di eventi culturali, a sostegno di una sempre maggiore diffusione e fruizione del patrimonio artistico locale.

Leggi anche

Maruggio – Selezione per il per conferimento di incarichi di rilevatore per il Censimento Permanente della Popolazione (ISTAT) 2021

È indetta pubblica una selezione per la predisposizione di una graduatoria da cui attingere collaboratori …