domenica 16 Dicembre, 2018 - 5:41:43
Home > Cultura e Eventi > Cultura > Inaugurata ieri sera la mostra fotografica “Intrecci d’arte “

Inaugurata ieri sera la mostra fotografica “Intrecci d’arte “

L’associazione culturale Programma Cultura ha inaugurato, ieri sera, la prima edizione di “Intrecci d’arte” concept di cultura artistica. Main event dell’iniziativa, la mostra personale di arte fotografica, dell’autore Domenico Semeraro, che sarà fruibile anche questa sera alla Villa Peripato a partire dalle ore 19.30.   L’evento dedicato all’arte come espressione di passione e cultura si concluderà domenica 16 a Palazzo Pantaleo alle ore 19.30, con la fotografia di Domenico Semeraro in esposizione tematica, che racconterà la danza, testimoniata dalle performance di Ilaria Nigri e Daniela Castronovi e delle ragazze della Scuola di ballo LIBERDANZA, di Massafra.  La musica, entrerà soave in scena con le note dell’orchestra di giovani talenti di GUITAR ARTIUM, diretti dalla professoressa Ivana Oliva per poi correre veloce sulle onde elettriche del basso di Michele Nigri e sulla chitarra di Marco Masiello. La presenza dell’assessore Fabiano Marti, in compagnia dell’assessore Massimiliano Motolese, ha sottolineato la partecipazione del Comune di Taranto a sostenere e promuovere iniziative culturali, che mirano alla valorizzazione del territorio attraverso le eccellenze artistiche. La accurata organizzazione di Programma Cultura ha fatto sì che si realizzasse un prodotto culturale di qualità elevata, in cui il protagonismo del singolo è declinato alla grandezza della potenza artistica, che permea atmosfere e dona armonia. Il solco tracciato dall’impegno determinato e volontario di Programma Cultura costituisce una risorsa importante per la visione di sviluppo di una identità sociale e culturale, intessuta su una stretta rete di collaborazioni con realtà pubbliche e private, affinché progettualità valide e innovative possano essere sostenute e promosse. Ha incontrato, già in prima serata, il favore dei presenti, l’esposizione fotografica personale di Domenico Semeraro, tanto da suscitare interesse presso società estere che sono sensibili al sostegno della cultura artistica. La sua arte parla, comunica con una parte del nostro essere che spesso resta schiacciata dalla veloce superficialità della vita quotidiana. Questa fotografia non argina la fantasia, la fa esplodere in un big bang multisensoriale, che sublima l’animo artistico, riuscendo a far entrare in connessione con la parte più profonda della meraviglia. I contorni non sempre ben definiti dei soggetti ritratti, vengono riprodotti esclusivamente da pennellate di luce, che seguono i movimenti ondulatori di chi danza, suona, respira, vive. I soggetti ripresi si fondono in un insieme di colori e forme lasciando all’osservatore spazio a interpretazioni diverse, dove le forme sinuose dei corpi, la pelle variopinta, ma anche semplici indumenti chiari o scuri o il movimento ribelle di un ciuffo di capelli mosso dal vento, generano figure che ci trasportano in un mondo onirico, fermato in una frazione di secondo. La luce è uno dei tanti linguaggi dell’arte e, in quanto tale, si modula, cambia forma ed aspetto, per trasmettere un messaggio. Vera sfida del fotografo d’arte è utilizzare la propria sensibilità, prima per comprendere quello che un’artista vuole trasmettere, per poi tradurre questo senso in forma fotografica palpitante di vita ed emozione.

Alessandra Basile

Commenta con Facebook

Notizie su Alessandra Basile

Alessandra Basile
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari, con tesi in Archeologia, prosegue gli studi in campo gestionale conseguendo un master in "Management dei sistemi turistici e culturali" e diverse attestazioni in campo di studio e ricerca di critica artistica e letteraria. Da anni impegnata nella divulgazione culturale, per la promozione e valorizzazione del territorio, ha al suo attivo importanti collaborazione redazionali con testate nazionali e regionali, per cui ha curato rubriche di divulgazione scientifica, letteratura, arte e ambiente. Scrittrice di narrativa per ragazzi, è attualmente organizzatrice di eventi culturali, a sostegno di una sempre maggiore diffusione e fruizione del patrimonio artistico locale.