martedì 31 Gennaio, 2023 - 7:46:06

La ciliegia Ferrovia protagonista delle Città di Turi e Conversano (Ba) per due appuntamenti di giugno 2022

Presentate, nel Palazzo regionale Agricoltura, la 30esima Sagra della Ciliegia Ferrovia di Turi e la 18esima edizione della Festa delle Ciliegie a Conversano

 

Sono state presentate questa mattina, 1° giugno, nella sede dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia, l’edizione numero 30 della Sagra della Ciliegia Ferrovia di Turi (Ba), in programma sabato 4 e domenica 5 giugno 2022, e la Festa della ciliegie di Conversano, giunta alla sua 18esima edizione, nei giorni 2, 3, 4 e 5 giugno.

Due importanti e storici eventi, quasi in contemporanea nel mese di giugno, per celebrare l’oro rosso di Puglia, la ciliegia Ferrovia, cultivar rinomata dei territori del comune di Turi e Conversano e di quelli limitrofi. A presentare i due appuntamenti l’assessore regionale all’Agricoltura, il presidente della IV Commissione del Consiglio della Regione Puglia, la sindaca di Turi, Tina Resta, il sindaco di Conversano, Giuseppe Lovascio, il senatore e componente della 10a Commissione Industria, commercio, turismo del Senato della Repubblica, e il presidente dell’associazione turese ‘In Piazza’, Livio Lerede.

“Le Sagre, quindi, ritornano in presenza – ha commentato l’assessore regionale – per accogliere grandi e piccoli e, soprattutto, per valorizzare un prodotto straordinario come la ciliegia Ferrovia. E’ molto bello vedere due comunità che insieme presentano le proprie peculiarità territoriali. Ringrazio, a nome della Regione Puglia, i sindaci di Turi e Conversano per aver accolto con entusiasmo l’invito ad essere insieme quest’oggi e a presentarsi soprattutto come Puglia, non solo come singole comunità. La nostra regione rappresenta un sistema economico e produttivo molto forte, capace di competere sui mercati internazionali, costituito da realtà produttive che stanno capendo il valore dell’aggregazione e dello stare insieme, del lavorare all’unisono per tutelare e valorizzare al meglio le produzioni d’eccellenza. Turi e Conversano, al pari di tanti comuni, guardano al futuro consapevoli che l’agroalimentare è anche volàno di sviluppo turistico che fa bene a tutta quanta la nostra regione e alla nostra economia”.

“Ritorniamo alla valorizzazione in presenza del nostro prodotto – ha commentato la sindaca di Turi– e ritorniamo anche ad una dimensione sociale significativa. Il nostro intendimento è quello di promuovere la città, la ciliegia, ma anche un territorio più esteso. In occasione dell’inaugurazione di sabato 4, infatti, sigleremo una dichiarazione di intenti con tutti i sindaci che hanno sul proprio territorio la coltivazione delle ciliegie. Intendiamo così dare forza alla promozione del prodotto e per ottenere una certificazione in relazione al sud est barese, territorio che esprime certamente la migliore qualità in ambito cerasicolo”.

“Rappresentiamo due territori produttori orgogliosi di questo prodotto – ha tenuto a sottolineare il sindaco di Conversano –, per questo lavoriamo in sinergia, anche attraverso la sigla, a breve, di un documento di intese con il comune di Turi e con altri sindaci del sud-est barese, proprio per provare a dare il giusto valore a questo prodotto. Sono certo che la Regione ci darà supporto in questa direzione e oggi siamo qui proprio per testimoniare questa nostra unità di intenti per l’intero territorio”.

La Sagra della Ciliegia Ferrovia 2022 e la Festa della Ciliegia sono organizzate dai Comune di Turi e Conversano con il patrocinio, tra gli altri, della Regione Puglia – Assessorato all’Agricoltura.

“Siamo lieti di aver annunciato un lungo ponte per le sagre delle ciliegie 2-3 Giugno a Conversano e 4-5 giugno a Turi, il ritorno delle Sagre della ciliegia – ha tenuto a sottolineare il presidente della IV Commissione consiliare della Regione Puglia -. Con il suo colore rosso che la contraddistingue, dolce, a forma di cuore, la ciliegia del tipo ferrovia torna al centro di un evento enogastronomico e culturale tra i più importanti del territorio. Potremo tornare a gustare i nostri prodotti tipici locali, tra musica e altri eventi. Un passo importante anche per i lavoratori e per le aziende cerasicole che non hanno mai smesso di lavorare cercando di far arrivare sempre sulle nostre tavole prodotti di qualità”.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Pessima, un nuovo marchio per la fiera di Manduria

Pessima, un nuovo marchio per la fiera di Manduria

Un marchio con caratteristiche tecniche e stilistiche di riproducibilità e memorabilità, accompagnato da linee grafiche …