venerdì 27 Maggio, 2022 - 5:09:06

La Guardia Costiera di Taranto impegnata costantemente per la difesa dell’ecosistema marino

La Guardia Costiera di Taranto impegnata costantemente per la difesa dell’ecosistema marino

Negli ultimi giorni i militari della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Taranto sono stati impegnati in un’incisiva attività di controllo sul territorio che ha portato ad accertare e reprimere diversi illeciti, anche di natura penale, perpetrati a danno dell’ecosistema marino.

Le unità navali della Capitaneria di porto jonica, in una delle diverse operazioni di vigilanza condotte in porto e a mare, hanno intercettato, nella notte dello scorso 9 febbraio, un peschereccio intento a esercitare la pesca a strascico in zona vietata, in acque lucane (a meno di un miglio nautico dalla costa). Al comandante del motopesca in questione è stata inflitta una sanzione pecuniaria amministrativa e l’attrezzo è stato posto sotto sequestro.

La Guardia Costiera di Taranto impegnata costantemente per la difesa dell’ecosistema marino

Nello stesso tratto di mare, durante il primo pomeriggio del 13 febbraio, i militari della Guardia costiera hanno individuato e fermato un natante i cui occupanti erano intenti alla pesca abusiva di novellame di sarda. Anche tale attività illecita è stata sanzionata e circa 5 kg di prodotto sono stati sequestrati e successivamente distrutti.

Il giorno 14, durante analoga attività di pattugliamento lungo il litorale salentino, è stata intercettata una piccola unità da diporto i cui occupanti erano impegnati a catturare oloturie: organismi marini che, sebbene protetti, sono purtroppo spesso oggetto di pesca illegale, soprattutto in virtù degli ingenti profitti che assicurano a pescatori di frodo e distributori senza scrupoli, alimentando un vivace mercato nero, specie all’estero.

Gli uomini della Guardia costiera di Taranto, pertanto, hanno deferito alla competente Autorità giudiziaria i soggetti in questione e hanno proceduto al sequestro del rastrello utilizzato (trattatasi di attrezzo da pesca vietato), nonché del pescato, ammontante a circa 30 kg di prodotto.

La Capitaneria di porto – Guardia costiera di Taranto, da sempre impegnata nella difesa e tutela del mare e del territorio, continuerà l’attività di controllo al fine di contrastare queste gravi violazioni delle leggi e consentire uno sviluppo ecosostenibile delle attività basate sulla risorsa “mare”.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

29 – 30 maggio 2022. Storie di Giovani Vignaioli  Castello Imperiali – Francavilla Fontana (BR)

29 – 30 maggio 2022. Storie di Giovani Vignaioli  Castello Imperiali – Francavilla Fontana (BR)

Domenica 29 maggio al Castello imperiali di Francavilla Fontana (BR)per la prima edizione Storie di …