lunedì 26 Ottobre, 2020 - 22:01:21

La pasta choux – Le ricette di Simy

La pasta choux è una pasta leggera e delicata, che viene usata in cucina generalmente per preparare bignè con ripieni sia dolci che salati.

Ingredienti:
125 g di burro
250 cc d’acqua
150 g di farina
4 uova intere
1 pizzico di sale

Procedimento:
Mettete in un pentolino acqua, un pizzico di sale e il burro a pezzi. Mettetelo sul fuoco e quando l’acqua bolle, versateci la farina setacciata. Mescolate bene con un cucchiaio fino ad ottenere un impasto senza grumi. Continuate a mescolare finché l’impasto si stacca dal pentolino.

Togliete e lasciate raffreddare a temperatura ambiente per 20 minuti. Una volta freddo aggiungeteci le uova uno ad uno. Non bisogna aggiungere il seguente prima che il primo non si sia ben impastato e facendo attenzione che l’impasto non sia troppo molle. Quando si fa fatica a togliere l’impasto dal cucchiaio, sará pronto per trasformarsi in bigné.

Riempite una tasca da pasticcere. Armatela con la punta arricciata da 1 cm. In una teglia da forno precedentemente rivestita di carta da forno, formate palline dal diametro di 2 cm.
Bisogna tener presente che l’impasto crescerá mentre si cucina e aumenterá il proprio volume. Dovete pertanto lasciare spazio a sufficienza tra un bigné e l’altro. Infornate a 180 gradi per 45 minuti.

Quando sono cotti, non togliete i bignè dal forno ma lasciateli dentro con la porta del forno aperta per 8-10 minuti. Con l’aiuto di una spatola separateli dalla teglia e lasciate raffreddare completamente prima di riempirli. Per riempirli, tagliate a metà e procedete con l’aiuto di una tasca da pasticcere ripiena della crema che più vi piace. Spolverate con zucchero a velo, caramello liquido o cioccolato fuso.

#chefSimy

Commenta con Facebook

Notizie su Pierfranco Bruni

Pierfranco Bruni
E' nato in Calabria. Ha pubblicato libri di poesia (tra i quali "Via Carmelitani", "Viaggioisola", "Per non amarti più", "Fuoco di lune", "Canto di Requiem", "Ulisse è ripartito", "Ti amero' fino ad addormentarmi nel rosso del tuo meriggio"), racconti e romanzi (tra i quali vanno ricordati "L'ultima notte di un magistrato", "Paese del vento", "Claretta e Ben", "L'ultima primavera", "E dopo vennero i sogni", "Quando fioriscono i rovi", "Il mare e la conchiglia") La seconda fase ha tracciato importanti percorsi letterari come "La bicicletta di mio padre", "Asma' e Shadi", "Che il Dio del Sole sia con te", "La pietra d'Oriente ". Si è occupato del Novecento letterario italiano, europeo e mediterraneo. Dei suoi libri alcuni restano e continuano a raccontare. Altri sono diventati cronaca. Il mito è la chiave di lettura, secondo Pierfranco Bruni, che permette di sfogliare la margherita del tempo e della vita. Il suo saggio dal titolo “Mediterraneo. Percorsi di civiltà nella letteratura contemporanea” è una testimonianza emblematica del suo pensiero. È presidente del Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”. Ricopre incarichi istituzionali inerenti la promozione della cultura e della letteratura. Ha ricevuto diversi riconoscimenti come il Premio Alla Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri per ben tre volte. Candidato al Nobel per la Letteratura.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.