lunedì 22 Luglio, 2024 - 19:19:08

L’amore immenso di Oksana per il suo Gulliver

I gatti ci amano davvero. Lo dimostrano in modi diversi. Sebbene possano avvertire amore e affetto, però, non esprimono le proprie emozioni con abbracci e baci come gli esseri umani. Né scodinzolano, leccano o saltellano sui loro padroni come fanno i cani.

Piuttosto, i gatti si abbandonano alle coccole sul grembo, strofinano la loro testina su chi amano ed esprimono il loro affetto miagolando“.

La storia che sto per raccontare è la testimonianza dell’amore che nutre l’essere umano per il suo gatto.

Tutto ha avuto inizio una sera del 20 gennaio 2023. Io e la mia compagna eravamo disperati, per la verità lo siamo ancora, per l’allontanamento da casa della nostra gattina Romina.

Nei giorni precedenti, abbiamo seminato per le vie della città di Desenzano del Garda e sulle pagine dei social locali, annunci dell’avvenuto smarrimento di Romina per  segnalarci la possibile presenza o del suo l’avvistamento.  Venerdì sera, del 20 gennaio scorso, abbiamo ricevuto un messaggio via Facebook  nel quale una signora ci segnalava la presenza della nostra gattina poco distante da noi. La felicità è stata  immensa,  il cuore batteva forte, è lei!

Ci siamo incamminati e raggiunto il luogo dell’avvistamento, un condominio a circa mille metri di distanza da casa. Giunti nell’atrio del fabbricato l’abbiamo chiamata e poco dopo l’abbiamo vista arrivare.  Elena,  la mia compagna, l’ha presa tra le braccia ma si è accorta subito che il gatto assomigliava molto a Romina ma non era lei. Aveva anche un collare molto particolare  che non era il suo.

Siamo tornati a casa senza la nostra gatta, la mia compagna aveva il cuore spezzato ed era lacrime. Mi sono messo a cercare su Facebook, mi ricordavo che qualche giorno prima, navigando su internet, avevo letto un annuncio di una donna ucraina che tornava da Kiev per recarsi in Francia che cercava il suo gatto.

L’autobus su cui viaggiava assieme al figlio e un gatto aveva fatto sosta in autostrada in un Autogrill nelle vicinanze di Desenzano, il gatto ad un svista è saltato dal mezzo in sosta ed è scomparso in mezzo alle campagne confinanti con l’autostrada. La foto nell’annuncio era molto somigliante al gatto che avevamo visto nel condominio. Ho preso il mio telefono ed ho composto il numero che era riportato su Fb, mi ha risposto una voce femminile con accento ucraino a questo punto ho passato la chiamata alla mia compagna e si sono scambiate delle informazioni riguardanti i segni particolari del suo gatto.

Oksana, questo il nome della signora dall’altra parte del “filo” ha riconosciuto, dalla descrizione del collare,  il suo bel gattone “Gulliver”. Il giorno dopo è arrivata con il treno proveniente da Cannes in Francia. Oksana ha viaggiato tutto il giorno per arrivare in Italia a Dezenzano per ritrovare il suo amato gatto. Nel pomeriggio è avvenuto l’incontro. Gulliver ha riconosciuto immediatamente la sua padrona e si sono rincontrati. Una scena a dir poco commovente.

Abbiamo offerto ad Oksana e Gulliver la possibilità di  trascorrere la notte con noi per poi rientrare il giorno dopo alla loro casa situata in un piccolo paesino poco distante da Cannes.

Sia Gulliver che Oksana sono stati incredibilmente fortunati. Dopo circa un  mese di ricerca reciproca si sono riuniti. Oksana ha creduto, cercato e trovato.

Io e la mia compagna dopo questo incredibile avvenimento a lieto fine, non perdiamo la speranza di ritrovare la nostra amata gatta. Sono particolarmente affezionato a Romina perché lei è una gatta “terrona” di origini pugliesi come me.

La testimonianza di Oksana 

«Le persone su Facebook mi hanno aiutato. Ho diffuso l’annuncio in molti gruppi. Grazie alla gentilezza delle persone e al loro supporto, sono riuscita a trovare il mio Gulliver. Le persone diffondevano il mio annuncio e mi inviavano link da altri gruppi che non ero iscritta. Gulliver è andato a vivere in una casa con dei bambini e vi è rimasto. La gente ha postato la sua foto nel gruppo di Desenzano. Mi ha aiutato a trovarlo. Una donna ha recentemente perso un gatto soriano che somigliava molto al mio Gulliver. È venuta a guardare e si è resa conto che non era sua. Lei mi ha chiamato. Sono andata a Modena il giorno prima per vedere un gatto molto simile al mio. Ma non era mio. Quando sono tornata da Modena, ho ricevuto una telefonata da Elena di Desenzano. La mattina dopo sono partita con il primo treno. Elena e suo compagno Fernando mi hanno sostenuto e mi hanno portato da Gulliver. Stava camminando da qualche parte, c’era la sua casa per gatti, cibo, acqua, c’erano molti bambini. L’ho chiamato ad alta voce per 5 minuti. Ha sentito la mia voce ed è venuto da me. Poi io e Gulliver abbiamo pernottato a casa di Elena. Ci hanno accettato come loro famiglia. Oggi torniamo in Francia. Questo è il mio 4° viaggio in Italia, che si è concluso MERAVIGLIOSO!!!»

Fernando Filomena

Facebook Comments Box

Notizie su Fernando Filomena

Fernando Filomena
Direttore della testata on-line La Voce di Maruggio web development e giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei giornalisti e pubblicisti dell’ Emilia Romagna. Iscritto all'Associaziaone Stampa Reggiana“G. Bedeschi”. La sua occupazione principale è quella di responsabile di procedure informatiche nel settore giurilavoristico. Ha creato SosPaghe.it, sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro molto apprezzato a livello nazionale dagli addetti ai lavori. Attualmente vive e lavora a Reggio Emilia ma conserva un forte legame con la sua Terra dove torna ogni volta che gli impegni di lavoro glielo consentono, questa testata giornalistica ne è la prova. E’ stato per lunghi anni webmaster della testata on-line La Voce di Manduria fondata insieme a Nazareno Dinoi direttore e giornalista pubblicista dove ancora oggi conserva un grade legame di amicizia.

Leggi anche

giochi del meditterraneo 2027

Esclusione di Manduria dai Finanziamenti dei XX Giochi del Mediterraneo: La Reazione del Sindaco

In un recente sviluppo che ha suscitato profondo rammarico e delusione nella comunità, Manduria è …