venerdì 23 Ottobre, 2020 - 7:57:25

L’artista salentina Lucia Minutello scelta per ricordare Gabriella Ferri

 

Per tributare Gabriella Ferri, per ciò che la grandissima artista rappresenta nel panorama musicale “popolare” e non, esce il cd “Controcorrente”, un album nel quale si possono riascoltare, alcuni dei suoi successi riletti da diversi artisti. L’album, curato e prodotto dall’associazione culturale “La Voce delle Donne”, è davvero gradevole e si prefigge il fine di aiutare, con tutto il ricavato della vendita, Padre Alfredo Souza Dorea e la sua “Casa Vidha”, una struttura in Brasile nel quale vengono assistiti e curati ,numerosi ragazzi spesso abbandonati o malati.

Tra le diverse interpreti scelte per dare voce alla grande Gabriella Ferri, vi è anche l’artista salentina Lucia Minutello, che ha offerto la sua personale versione del famoso brano “Te possino dà tante coltellate”. L’arrangiamento musicale del brano e l’accompagnamento alla chitarra classica è a cura di Pasquale Giuseppe Quaranta in arte “P40”, mentre registrazione e mixaggio sono a cura di Emanuele Flandoli. Lucia Minutello è stata notata dall’Associazione “La Voce delle Donne” che, seguendo il percorso musicale dell’artista salentina, ne ha colto l’affinità con questo progetto, anche e soprattutto durante il Premio Mia Martini 2016. Proprio nella serata finale del Premio, con il supporto di P40 alla chitarra classica, Lucia Minutello ha presentato la canzone della Ferri come omaggio a Mia Martini (la interpretò insieme alla sorella Loredana Bertè nel primo periodo romano). Per la cronaca, in quella serata Lucia vinse il “Premio come migliore interprete” con la canzone “Le Giravolte”.

Tante le regine del panorama musicale presenti nell’album: quattro cantautrici di successo, come Lu Colombo che è superlativa nel proporre “La pansè” , Marisa Rampin che incanta con il suo accorato e passionale “Stornello dell’Estate”, Sabrina Di Stefano che con la sua originalità, interpreta la fresca “Nina si voi dormite” e Marivana Viscuso che esegue con ironia ed ilarità impeccabilmente la celeberrima “Dove sta Zazà”.Tra le altre regine presenti nell’album, c’è Elisa Ridolfi che interpreta la raffinata e delicata “L’eco der core”, Luisa Rigoli che magistralmente unisce le sue doti canore a quelle di attrice nell’esecuzione de “Il valzer della toppa”, Michela Cortinovis che forte del suo successo in Sudamerica propone con bravura la nota “Remedios” di recente inserita in un film di Ozpetek, Raffaella Benetti che con la sua passione per la musica il teatro e la danza offre un ottimo momento poetico con la nota “Grazie alla vita” ed Elisabetta Berto che personalizza con intensità e passione la storica “Sinnò me moro”. Altri brani presenti nel cd sono l’emblema della romanità “Barcarolo romano” riletta da Tony Bonacina con brio, l’indimenticata “Sempre” eseguita con disinvoltura da Rachele Lombardi e “In cerca di te” eseguita con modernità dalla cantautrice Enza Capacchione.Tre sono i brani completamenti composti dalla cantautrice romana: “Ave Maria” cantata con trasporto da Nadya Borzak, “Zelletta” nostalgica e vivida composizione proposta con maestria da Serena Santerini e “Se tu ragazza mia” brano che ci riporta all’unica partecipazione sanremese dell’artista romana, che qui viene interpretata dall’efficace Mirko Fini. Oltre, naturalmente, all’impetuosa “Te possino dà tante cortellate” eseguita dalla decisa e straordinaria vocalità di Lucia Minutello.

Un album dunque da non perdere, sia per la validità delle proposte musicali che per riascoltare queste melodie così belle e rendere il giusto omaggio alla grandissima ed unica Gabriella Ferri, senza trascurare lo scopo sociale abbracciato dal progetto di solidarietà.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Covid: festa con 400 persone, chiuso locale a Nardò

Durante un controllo volto a verificare il rispetto delle norme anti covid, venerdì sera  a …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.