martedì 17 Settembre, 2019 - 2:24:25
Home > Attualità > Lettera aperta a “la Voce di Maruggio”

Lettera aperta a “la Voce di Maruggio”

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera che ci riempie di gioia per tutti gli sforzi che facciamo per rendere questo giornale online piacevole a quanti ci seguono. Ore ed ore alla ricerca e scelta delle notizie che possano essere d’interesse per i nostri lettori. Un grande grazie ai nostri collaboratori: Alessandra Basile, Anna Marsella, Cosimo Enrico Marseglia, Domenico Semeraro, Gianfranco Mele,  Jenne Marasco, Marilena Cavallo, Micol Bruni, Noemi Rita Maggio, Marco Masiello, Palma Agosta, Pierfranco Bruni, Salvatore Cosma, Valentina Saracino. Ringraziamo il Liceo De Sanctis Galilei di Manduria  per averci scelto come partner nel progetto Alternanza Scuola Lavoro, Pro Loco di Maruggio per averci scelto come partner per il progetto Servizio Civile UNPLI  e sopratutto ai nostri affettuosi lettori che continuano a seguirci e che continueranno a seguirci.

Caro giornale “la Voce di Maruggio”, stai per compiere 10 anni. Non sono tanti ma nemmeno pochi. Quando sei venuto al mondo avevi un solo desiderio: piacere ai tuoi concittadini. E invece hai saputo andare oltre la Terra di Maruggio e cogliere il sorriso benevolo delle altre genti. Il tuo conclamato successo è nel tuo essere libero. Sei nato libero dai lacci e laccioli di ogni genere. Perché le tue sono pagine scritte da uomini liberi, senza condizionamenti e suggestioni, destinate a chi ama il tuo paese, il nostro paese. Chi, per una ragione o per l’altra, non ama Maruggio, chiuda gli occhi. Preferisco che non ti legga.
Piaci perché appartieni alla categoria del “fare comunità” senza pregiudizi ideologici, razziali o religiosi.
Piaci perché non militi in alcun partito o parrocchia politica.
Piaci perché attraverso le tue pagine sai “raccontare” Maruggio ai maruggesi e a quanti hanno a cuore il destino di questo paesello, spesso maltrattato da chi sostiene di amarlo e invece…
Piaci perché non sei un “bollettino di guerra”, ma un quotidiano di cronaca vera, di delicato approfondimento, di cultura anticonformista, di corretta informazione… con un pizzico di sana ironia (che non guasta).
Piaci perché sai guardare al presente ma anche al passato di Maruggio.
Piaci perché sai cogliere le luci ma anche le ombre dietro le quali si celano i nostri piccoli tesori talvolta dimenticati o poco valorizzati: i Beni Ambientali, i Beni Culturali, la Storia Nostra, i Libri Nostri, la Memoria Nostra.
Piaci perché hai saputo colmare un vuoto, hai saputo donare una Voce che sapesse raccontare la quotidianità profonda e talvolta graffiante dei maruggesi, che sapesse attraversasse la loro storia andando oltre la storia.
Piaci perché sai recuperare i frammenti della storia dei nostri padri e dei tanti che hanno fatto crescere Maruggio.
Piaci perché attraverso le tue pagine hai saputo recuperare i valori di chi non c’è più, di chi ha dovuto lasciarci e di chi, più fortunato, è rimasto. Perché essi sono i valori della nostra appartenenza, della nostra identità.
Piaci perché sei la Voce che non tradisce.
Piaci perché sei stato costruito da un manipolo di persone coraggiose che in silenzio sono abituate a dare risposte “silenziose”.
Piaci perché i tuoi sforzi sono dedicati ogni giorno ai cari maruggesi lontani dalla loro e nostra amata Terra.
Perciò mi piaci!

Tonino Filomena

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Taranto, falso allarme bomba presso la raffineria Eni. Denunciato in stato di libertà un operaio di 41 anni

Oggi, 11 settembre 2019, alle ore 17.00 circa, al termine di immediate indagini, personale del …