mercoledì 20 Novembre, 2019 - 9:45:16
Home > Cronaca > Lettere anonime e repliche pubbliche infuocano la politica a Maruggio

Lettere anonime e repliche pubbliche infuocano la politica a Maruggio

MARUGGIO – C’è una guerra politica in atto a Maruggio che per ore interessa solo gli attivissimi blog cittadini (Maruggio News e le pagine di Facebook) ma che presto sconfinerà in Consiglio comunale e, probabilmente anche nelle aule di giustizia. A scatenarla è stata una lettera anonima, inviata a tutti i consiglieri e alla giunta comunale di Maruggio, che contiene accuse di rilievo penale nei confronti del capogruppo dell’opposizione di centrosinistra, Cataldo Saracino, del Pd, candidato sindaco alle ultime elezioni vinte dal centrodestra. A chiedere la diffusione su internet della missiva anonima che, in quanto tale, non sarebbe pubblicabile, è stato lo stesso politico che, secondo l’estensore anonimo, è «un evasore di tasse per parecchie centinaia di migliaia di euro». Per cui farebbe bene a dimettersi «subito prima ancora che si inneschino incontrollabili speculazioni sulla vicenda». La lettera scritta e stampata da un computer, porta la firma di «un gruppo di elettori suoi e del candidato Massimo Pizzi». Quest’ultimo sarebbe il primo dei non eletti che subentrerebbe a Saracino qualora accettasse l’invito a dimettersi.

Tutt’altro arrendevole, invece, il leader di minoranza chiamato in causa ha deciso di rispondere all’anonimo con un’altra lettera che circola già nei blog maruggesi.

«In questi giorni – si legge – è stato inviato al sottoscritto e a tutti i consiglieri comunali, sindaco compreso, uno scritto anonimo (che allego). Poiché la mia vita è sempre stata un libro aperto, a disposizione di chiunque abbia voglia, tempo ed interesse a leggere e non avendo nulla da nascondere o, peggio, di cui vergognarmi  – aggiunge l’avvocato Saracino – desidero IO STESSO che tale scritto anonimo venga divulgato, letto e diventare appannaggio di tutti i miei Concittadini nella speranza che ci si renda conto in che razza di Paese rischiamo di far vivere noi e i nostri figli».

Definendo «pover’uomo» l’autore degli attacchi anonimi nei suoi confronti, il consigliere dell’opposizione attribuisce tutto alla volontà di qualcuno di disfarsi della sua «evidentemente “fastidiosa” presenza in consiglio comunale».

Per niente intimorito, Saracino, nel giudicare «vile» l’atteggiamento di chi «si nasconde nell’anonimato», assicura così i suoi. «Il mio gruppo consiliare che ho il piacere e la grande responsabilità di guidare – scrive – nonché ai dirigenti del Partito Democratico in cui milito con convinzione e grande passione, avrò cura di evidenziare la nefandezza di una delazione che tende unicamente a seminare veleni fra persone fortemente unite da una grandissima stima, fiducia e convinzione di poter migliorare la nostra Comunità». Preannunciando battaglie pubbliche sull’argomento, il consigliere accusato si rivolge poi ai cittadini elettori. «Ai miei elettori e a tutti i miei concittadini, non mancherò, come è sempre stato nelle mie abitudini e nel mio temperamento, da uomo pubblico e delle istituzioni, di dimostrare e denunciare nei prossimi giorni, pubblicamente e a viso aperto, dalla nostra amata piazza Umberto alla quale sono tanto affezionato, il patetico tentativo, da parte di questo “anonimo invertebrato” di aver pensato, sia pure per un attimo, di poter mettere il bavaglio ad una persona che della LIBERTA’ ha fatto la sua prima ragione di vita».

Lo scontro per ora solo epistolare non mancherà di infuocare il dibattito politico in un ambiente già surriscaldato dai rapporti non proprio sereni che dividono le parti politiche cittadine.

Nazareno Dinoi

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Evento di cultura fotografica “Il ritratto, il suo sguardo “

Concept di Domenico Semeraro – Organizzazione di Programma Cultura   Conosciamo gli esperti al tavolo …

2 commenti

  1. Avatar

    Egregio Nazareno, le scrivo in merito al suo articolo e piu precisamente per farle rilevare di un errore che appare sullo stesso. Nel periodo virgolettato, in cui si indicano come firmatari delle lettera anonima un gruppo di elettori e il candidato Massimo Pizzi, tengo a precisare che il sottoscritto, in tale lettera anonima, non viene indicato come firmatario ma bensi come ” Un gruppo di elettori suoi e del candidato massimo pizzi”. Quindi, scusa la sottigliezza, ma ritengo che lei debba immediatamente corregere tale articolo, per maggiore chiarezza di chi legge.
    Saluti Massimo PIZZI

  2. Avatar

    corretto il refuso, ce ne scusiamo con l’interessato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.