lunedì 02 Agosto, 2021 - 12:19:13

LICEO DE SANCTIS GALILEI PER OBERMUN

LICEO DE SANCTIS GALILEI PER OBERMUN

Partecipazione attiva e riconoscimenti per gli studenti manduriani al dibattito organizzato dal Liceo Oberdan di Trieste

L’anno scolastico 2020-2021 è stato un anno pieno di sorprese, opportunità e sfide intellettuali, alle quali il “Liceo De Sanctis Galilei”, guidato dalla dirigente, prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie, ha risposto con entusiasmo e voglia di mettersi in gioco nonostante l’emergenza sanitaria in atto. Uno dei progetti PCTO di stampo internazionale al quale l’Istituto manduriano ha avuto l’onore, come prima ed unica scuola del Sud-Italia, di essere invitato è stato l’“OberMun”. Un progetto pluriennale proposto dal rinomato “Liceo Scientifico Guglielmo Oberdan” di Trieste, diretto dalla dirigente Maria Cristina Rocco, avente come referente del progetto l’instancabile General Coordinator, prof. Massimo De Forville, che con il suo gruppo di sempre attivi Head Organizers, composto dagli studenti e dalle studentesse Anna De Seta, Arturo Luciani, Giulia Feltrin e Margherita Stecazzini, ha accolto calorosamente gli studenti del “Liceo De Sanctis-Galilei” di Manduria, del “Liceo Petrarca” di Trieste, del “Liceo Sloveno Preseren” di Trieste e del “Liceo Szu Ungargasse” di Vienna, per dibattere su temi di attualità inerenti alle Nazioni Unite (UN). Attraverso la metodologia del role playing ogni alunno/a ha rappresentato, in qualità di delegato/a, un paese membro delle UN, perseguendo l’obiettivo di discutere, simulando una vera e propria sessione di dibattito internazionale, incentrato su diversi temi, come ad esempio l’abuso di potere della polizia nei confronti dei cittadini, la gestione dei sistemi sanitari durante i periodi di crisi e la sicurezza dei cittadini nel cyberspazio. Lo scopo ultimo dell’azione formativa è stato, dunque, quello di raggiungere, attraverso l’ascolto e il dialogo, compromessi e soluzioni diplomatiche tra i diversi stati membri.

La rappresentativa studentesca del Liceo “De Sanctis-Galilei”, sotto l’egida del prof. Davide Enzo Maria Caprino e Silvia Vicanolo, che hanno curato la preparazione tecnica, ha schierato in campo Benedicta Cozzetto della 4 A Linguistico, Francesca Pichierri della 4 B Scienze Umane, Valerio Pio Lonoce e Francesca Palumbo della 4 C Scientifico, presentandosi pronta e puntuale nei giorni 16, 17 e 18 Aprile 2021 per sostenere il dibattito telematico, supportato dalla piattaforma Gmeet. Gli studenti e le studentesse manduriane, entusiasti, determinati e ben preparati, si sono calati perfettamente nel ruolo di delegati delle commissioni delle UN: Benedicta Cozzetto ha rappresentato la Cina, come delegata nella commissione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC); Valerio Pio Lonoce per la Nuova Zelanda e Francesca Palumbo per lo Stato di Israele, come delegati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO); Francesca Pichierri per il Regno Unito come delegata dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (OHCHR).

Sin dal primo giorno dei dibattiti i ragazzi del De Sanctis Galilei hanno dimostrato una profonda conoscenza dei temi e una elevata competenza sulle modalità di dibattito affrontate, ricevendo apprezzamento dalla stessa scuola organizzatrice. L’impegno e la preparazione dei quattro studenti del Liceo manduriano sono stati, inoltre, coronati dal premio conferito all’alunna Francesca Pichierri, durante la cerimonia di chiusura, insignita del titolo di “Delegata d’Onore”.
Gli studenti ammettono di aver sostenuto tre giornate impegnative ma proficue e affermano di aver vissuto una piacevolissima esperienza nonostante alcune difficoltà tecniche e di intesa, e ringraziano infinitamente il “Liceo De Sanctis – Galilei” per questa incredibile opportunità e il “Liceo Guglielmo Oberdan” di Trieste per l’invito a parteciparvi. Vista la stupenda collaborazione con l’ente organizzatore, l’entusiasmo intellettuale ed emozionale che hanno espresso gli allievi, è palpabile la speranza di una futura partecipazione alla prossima edizione dell’OberMun, ipotizzando la possibilità dello svolgimento in presenza, grazie al superamento dell’emergenza sanitaria contingente.

Benedicta Cozzetto, Valerio Lonoce, Francesca Palumbo, Francesca Pichierri.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Manduria ZTL: da sabato 24 Luglio sarà istituita nelle marine

Il Sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro e l’Amministrazione Comunale, rendono noto alla cittadinanza che a …