lunedì 14 Ottobre, 2019 - 14:54:43
Home > La Voce > Locali > Lite su Facebook tra i sindaci di Sava e Maruggio

Lite su Facebook tra i sindaci di Sava e Maruggio

MARUGGIO – Si è conclusa la manifestazione di protesta simbolica svoltasi questa mattina per le vie di Maruggio e Campomarino. I manifestanti hanno chiesto al sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, risposte e tempi certi per il dissequestro dello SCALO D’ALAGGIO del Porto Turistico-Peschereccio di Campomarino di Maruggio. A schierarsi con i diportisti ci ha pensato il sindaco di Sava, Dario Iaia, il quale dal suo profilo personale, del noto Social network Facebook,  ha postato un messaggio di solidarietà e vicinanza agli  “amici diportisti”:

iaiaEsprimo la mia solidarietà e vicinanza nei confronti degli amici diportisti che questa mattina protesteranno per la assurda situazione che sono costretti a vivere da due anni , a causa di un ambientalismo dissennato e burocratico che impedisce loro di vivere la propria passione in piena libertà . Sappiate che noi siamo al vostro fianco per risolvere questo problema e per consentire a chi ama il mare di poterlo fare , senza barriere e limiti !

Non si è fatta attendere la risposta del sindaco di Maruggio, Alfredo Longo, che bacchetta il “messaggino” del suo collega sindaco definendolo  “proclama populista“:

longoCaro Dario, a causa della presenza stratificata di posidonea, lo specchio acqueo del porto peschereccio è diventato pericoloso in caso di accidentale caduta in mare da parte di coloro che ne fanno uso.
A tal proposito, in seguito ad opportuna comunicazione della Capitaneria di Porto locale, ho provveduto a mettere in sicurezza l’area emanando ordinanza di interdizione dello scalo d’alaggio al fine di evitare che, NOSTRI concittadini, ignari di questo pericolo, avessero potuto usarlo incautamente e rimetterci la vita (le alghe, infatti, non permettono a nessuno di nuotare in quel tratto creando un effetto a “sabbia mobile”).
Non spetta certamente a me ricordarTi che tra i nostri OBBLIGHI morali, amministrativi e politici vi è prima di tutto la salvaguardia della salute pubblica e quella che tu descrivi come “assurda situazione” mira soltanto a PROTEGGERE l’incolumità della nostra comunità.
Dio non voglia che, se non avessi fatto quell’ordinanza, oggi avresti potuto esprimere la “tua vicinanza” nei loro riguardi per un evento certamente più grave .
Se davvero, come scrivi, voi “siete al fianco dei diportisti per risolvere questa situazione” mi sarei aspettato, così come correttezza istituzionale vorrebbe, una visita o almeno una telefonata per comprenderne lo stato dell’arte e magari ascoltare un consiglio da parte Tua invece di leggere un semplice messaggino su Facebook che sa più di proclama populista piuttosto che di reale conoscenza dei fatti.
Certo di una collaborazione fattiva per il futuro,
con la stima e l’amicizia di sempre
Alfredo Longo
Sindaco di Maruggio

Caro Alfredo , – conclude il post di Dario Iaia – ho voluto esprimere la mia vicinanza nei confronti dei diportisti che protestano per la situazione che si è venuta a creare alla tonnara e non certamente rispetto alla ordinanza che tu più che correttamente hai adottato per il porto dove sei tenuto a garantire la salute e la sicurezza di tutti. È chiaro che di fronte ad una comunicazione della capitaneria di porto che ti segnalava una situazione di pericolo , non potevi far finta di nulla.quando scrivevo di assurda situazione completamente diversa mi riferivo a quella della tonnara che dovrebbe essere assolutamente risolta. Ma so che sei già attivo su questo.
Con stima. Dario.

LE FOTO DELLA PROTESTA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Racconto Eduardo de Filippo. Un personaggio inquieto della vita in teatro a 35 anni dalla morte e verso i 120 anni dalla nascita

“Voi sapete che io ho la nomina (non di senatore, per carità) che sono un …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.