venerdì 09 Dicembre, 2022 - 1:15:16

Mamma delfino trascina il cucciolo morto e cerca di rianimarlo. Il video che commuove il web

Mamma delfino trascina il cucciolo morto e cerca di rianimarlo. Il video che commuove il web

Le commoventi immagini registrate da Margarita Samsonova, attivista ambientale e zoologa, insieme a un’equipe di ricercatori nel Mediterraneo

Stanno commuovendo il web le immagini registrate da Margarita Samsonova, 29 anni, attivista ambientale e zoologa di Lisbona insieme a un’equipe di ricercatori che mostrano una mamma di delfino che non riesce a rassegnarsi alla morte del proprio cucciolo. La mamma delfino fa del tutto per cercare di rianimarlo o comunque per non abbandonarlo al suo destino. Il team ha osservato e videoripreso nel Mare Mediterraneo, una situazione molto particolare e triste: un esemplare adulto di tursiope che ‘accudiva’ un piccolo partorito da poco, sostenendo e trasportando il corpo senza vita, e cercando disperatamente di tenerlo a galla in modo che potesse finalmente prendere il suo primo respiro. Nelle vicinanze della coppia madre-piccolo era presente anche un gruppo numeroso, che mostravano un comportamento di accompagnamento e supporto” spiegano gli studiosi.

Da ciò che evidenziano gli esperti, il comportamento di sostegno e trasporto di un piccolo morto, chiamato in inglese “Carrying dead calf”, è stato descritto per la prima volta da Aristotele 24 secoli fa e probabilmente è una conseguenza dell’intenso legame che esiste tra madre e piccolo: un legame così forte da rendere la madre incapace di lasciare il figlio nonostante l’evidenza della morte. Le femmine dei tursiopi raggiungono la maturità sessuale intorno ai 6-12 anni, mentre i maschi intorno ai 10-13 anni; si riproducono ogni 2-6 anni e la gestazione dura 12 mesi; partoriscono di norma un solo piccolo, lungo circa 1 metro, che viene allattato fino all’età di 18-20 mesi, quando è completato lo svezzamento.

L’attivista per i diritti degli animali ha descritto la scena come traumatica e le ci sono voluti diversi giorni per digerire il dolore del delfino. In termini di ricerca, tuttavia, ora sta cercando di sottolineare quanto siano sensibili i mammiferi marini e come ogni madre ami il suo piccolo. Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” la natura ha saputo stupirci ancora una volta, dandoci l’idea dell’equilibrio armonico ce le sue leggi riescono ad instaurare e che tutti dovremmo saper leggere nell’ottica di un maggiore rispetto. Sono immagini che ci confermano come l’amore per un cucciolo è un fatto istintivo, che si può riscontrare anche nel mondo animale. D’altronde si sa che i delfini sono animali intelligenti, ma non avevamo assistito mai a qualcosa di così straordinario. Di seguito il link del video dove si vede è una sorta di “danza funebre”, un modo per esprimere quasi il dolore che l’animale prova davanti alla straziante morte del piccolo: https://www.itemfix.com/v?t=fma8zg&jd=1

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Nel centenario della nascita di don Luigi Giussani tra sacro e letteratura

Nel centenario della nascita di don Luigi Giussani tra sacro e letteratura

Una formazione tra la teologia e la letteratura filtrata dalla filosofia di quella confessione come …