sabato 16 Gennaio, 2021 - 6:45:54

Manduria, Acustica chiude con la world music dei Kërkim

Inghilterra, Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Francia e naturalmente Italia. L’ultimo anno in tour dei Kërkim ha tenuto fede, come non mai, alla vocazione internazionale di una band in ascesa, che venerdì 26 gennaio porterà la propria musica a Manduria.

L’evento chiuderà, infatti, la quarta stagione di “Acustica – musica in purezza”, la rassegna firmata dalla direzione artistica di Salvatore Moscogiuri per Artilibrio e realizzata con la partnership organizzativa di Produttori di Manduria.
Sul palco allestito nella Sala del Museo della Civiltà del Vino Primitivo saliranno Morris Pellizzari (saz, chitarra e voce), Bruno Galeone (fisarmonica), Manuela Salinaro (cajón e percussioni) e Stefano Rielli (contrabbasso), che proporranno un repertorio world music fresco e originale, particolarmente apprezzato per la qualità degli arrangiamenti e l’uso di strumenti etnici, come il saz curdo e il cajón peruviano.

Così come indica il loro nome, i Kërkim (che in albanese significa “ricerca”) sono da cinque anni impegnati nella continua esplorazione delle sonorità mediterranee e delle loro contaminazioni mediorientali: dal flamenco ai serrati ritmi balcanici, dal folk salentino e campano alle fisarmoniche rom, come in una corrispondenza musicale di amorosi sensi tra Grecia, Albania, Italia, Croazia, Macedonia e Turchia.

L’evento del 26 gennaio sarà come sempre a ingresso gratuito. L’accesso in sala sarà consentito dalle ore 19:30, mentre l’evento inizierà alle 20:00. Per info, chiamare il numero 099.9735332 o scrivere a rec@cpvini.com.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.