martedì 19 Gennaio, 2021 - 7:07:32

Manduria, imprenditore del vino beffato: acqua al posto del vino Zinfandel

Brutta sorpresa per l’imprenditore manduriano del vino Gregory Perrucci. Ancora la cattiva sorte s’abbatte sull’intraprendente viticolore promotore della “Fiera Ottima”, già alla seconda edizione tutta incentrata sui vini e l’enogastronomia, nata un anno fa come parodia della più antica e famosa “Pessima” che quest’anno ha dato forfait.

Dopo un anno di furti e danni ai mezzi agricoli nella sua azienda,  questa volta la sfortuna lo ha colpito alla vigilia dell’appuntamento “marzolino”. “Sto tornando dagli Usa con un po’ di Zinfandel per la Fiera Ottima. Confermo che si farà il 10 e 11 marzo.” Aveva scritto sul suo profilo di Fb dopo aver appreso della notizia che l’appuntamento ultra bicencentenario della Fiera Pessima quest’anno non sarebbe stato onorato.

Il materiale in arrivo dagli USA contenente l’apprezzato vino primitivo d’oltreoceano “Zinfandel”, parente del “Primitivo di Manduria”, è stato ‘manipolato’ da qualche manolesta, tanto che al posto del pregiato nettare d’uva, nel cartone ha trovato 12 bottiglie di acqua minerale “made in italy”.

L’imprenditore arrabbiato non ha esitato a trascrivere il suo stato d’animo sul suo profilo social. “Dopo sei giorni di ritardo – scrive Perrucci – ricevo oggi la cassa degli Zinfandel che avevo acquistato in America e che avevo imbarcato assieme ai miei bagagli. Operatori lestofanti hanno placidamente aperto il pacco e si sono ‘fregati’ le 12 bottiglie di vino sostituendole con 12 bottiglie di acqua minerale”. A dar prova del suo racconto, l’imprenditore ha pubblicato anche le foto di una grossa scatola appena aperta con all’interno dodici bottiglie azzurre di acqua, molto probabilmente gassata. Gli autori del furto hanno opportunamente tolto l’etichetta forse per far credere che il colpo sia stato commesso oltreoceano.

Dal formato della plastica e dal lotto di imbottigliamento stampato sul tappo – spiega Perrucci – si riconosce una nota marca di acqua italiana, distribuita solo in Italia”. Già vittima in passato di analoghe sorprese, Perrucci ha attaccato anche il sistema italiano: “Fossimo in un Paese normale la piaga dei saccheggi dai bagagli di passeggeri in transito nell’aeroporto di Fiumicino sarebbe stata estirpata radicalmente: che ci vuole, infatti a concentrare le indagini e la sorveglianza in un posto super delimitato dove operano relativamente pochi addetti e si registrano tanti furti ogni anno?. Ma Alla Fiera Ottima, comunque ,conclude Perrucci –  gli Zinfandel non mancheranno”.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Il bene culturale come identità di civiltà nel recentissimo lavoro di Micol e Pierfranco Bruni dedicato a San Lorenzo del Vallo

La storia si racconta con le testimonianze. Si racconta con i beni culturali. Si racconta …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.