lunedì 20 Maggio, 2019 - 9:10:17
Home > La Voce > Locali > Manduria, oltre tremila presenze alla “Marcia della Civiltà”

Manduria, oltre tremila presenze alla “Marcia della Civiltà”

MANDURIA – “Si è sempre responsabili di quello che non si è saputo evitare”, “Non ci vuole niente a rimpiangere i morti. Ci vuole invece molto coraggio, molta cura, molta attenzione per difendere i vivi. NOI LO FAREMO! “. Sono alcune delle frasi su cartoncino colorato affisse nel centro di Manduria nel giorno della Marcia per la Civiltà, partita in mattinata da via Sorani in memoria di Antonio Stano, il 66enne morto il 23 aprile e da anni vittima di bulli, in più occasioni picchiato e rapinato. La firma è di giovani che si definiscono “I ragazzi della rivoluzione delle coscienze”.

Otto giovani (due maggiorenni e sei minorenni) sono in carcere nell’ambito dell’inchiesta sulle aggressioni a Stano per i reati di tortura, con l’aggravante della crudeltà, violazione di domicilio, sequestro di persona e danneggiamento.

Al corteo, promosso da associazioni, scuole, comitati, partiti e movimenti, hanno partecipato circa tremila persone quasi tutti studenti, assenti i cittadini. Il Comune, a gestione commissariale, è presente con il Gonfalone e uno dei tre commissari straordinari del comune di Manduria, Luigi Cagnazzo. Presenti erano anche i due sindaci di Sava e Avetrana, Dario Iaia e Antonio Minò, l’assessore regionale Mino Borraccino e il gonfalone dell’amministrazione provinciale di Taranto.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Troppe neoplasie polmonari, da giugno la campagna di controlli Spesal su gas radon e divieto di fumare in locali aperti al pubblico

Stop al gas radon e al fumo da tabacco in luoghi aperti al pubblico. Partiranno …