domenica 25 Ottobre, 2020 - 1:44:19

Manduria – Si è concluso il secondo e ultimo incontro del progetto OPEN SPACE

11133857_374706062716467_5353418095000689819_o

MANDURIA – Nella serata si sabato 11 aprile 2015, si è concluso il secondo e ultimo incontro del progetto OPEN SPACE “Un giorno … nelle terre del Primitivo sul tema «Come valorizzeresti i nostri luoghi?», promosso dall’Associazione Mondi Possibili – Confronto Creativo e Partecipazione Attiva con sede legale a Manduria, in collaborazione con l’Associazione SinP – Sociologia in Progress, di Brindisi.
La Dottoressa Loredana Ingrosso, Presidente dell’Associazione, la Dottoressa Edmea Grassi di Oria ed il Dottor Giuseppe Pesare di Manduria, che hanno guidato il laboratorio ritengono di poter confermare quanto espresso dall’ideatore della metodologia Open Space, Harrison Owen: “L’Open Space Technology funziona sempre!”.
Non è in alcun modo possibile sapere cosa succederà esattamente durante i lavori di un OST, in quanto i risultati dipendono dai partecipanti e molto raramente, se non per coincidenza, sono quelli che si aspettava di avere.
Il risultato principale ottenuto dal laboratorio, è stato comunque l’accrescimento del senso di responsabilità e di autostima (empowerment) dei partecipanti derivato sia dalla qualità delle proposte che hanno avuto la capacità di formulare, sia dall’esperienza di co-protagonismo che hanno vissuto.
Ma non solo, nel breve tempo, si ritornerà a parlare dei risultati dell’Open Space “Un giorno … nelle terre del Primitivo”, in quanto i cittadini e le cittadine che hanno autogestito il laboratorio, hanno prodotto una proposta concreta di organizzazione di una serata-evento di grande spessore comunitario e sociale. L’associazione “ Mondi Possibili” è pronta a sostenerli.
Alla fine del laboratorio i partecipanti hanno lasciato un piccolo pensiero valutativo dell’esperienza fatta. Questi i sentimenti espressi: “uno stimolo concreto”, “importante” ,“costruttiva, piacevole”, “da proporre ai nostri amministratori”, “spero ci sarà una continuazione”, “mi ha permesso di incontrare altre prospettive e nuove opportunità!”, “penso che ho conosciuto delle persone competenti e appassionate che si sono dedicate ad uno strumento efficace ed innovativo”, “ Grazie, cercare di capire i bisogni degli altri, cercare di capire come vivere al meglio il nostro paese, è stata un’apertura bellissima per la mia conoscenza individuale!”, e nel rispetto assoluto dei punti di vista di ognuno, un solo “iniziativa ottima, ma mancava un moderatore”.
Non è in alcun modo possibile sapere cosa succederà esattamente durante i lavori in quanto i risultati dipendono dai partecipanti e molto raramente, se non per coincidenza, sono quelli che si aspettava di avere.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.