giovedì 21 Gennaio, 2021 - 5:41:49

Maria Francavilla, candidata al Senato in quota a Forza Italia : “sono le donne a volte, a scatenare la violenza degli uomini”

Sono le donne a volte, a scatenare la violenza degli uomini”: sgomento, indignazione, sconcerto e tanto altro rispetto a questa affermazione della signora Maria Francavilla, candidata al Senato in quota a Forza Italia nel collegio uninominale Puglia 7.

L’affermazione risale a qualche giorno fa e fa tanto più male alla luce di quanto accaduto ieri a Latina dove ancora una volta una mano maschile ha scatenato la sua violenza su 3 donne di cui 2 bambine e figlie.

Ad aggravare le pesanti parole, come se non bastasse, anche l’affermazione della stessa donna che afferma di candidarsi per essere esempio di appartenente al genere femminile che non ha rinunciato alla propria strada e femminilità avendo brillantemente coniugato carriera e famiglia.

Questo è uno schiaffo sulla faccia di tutte le donne che un lavoro non ce l’hanno, o che se lavorano qualche volta devono anche dimenticare di essere donne perché magari una rilassante seduta dal parrucchiere o dall’estetista non se la possono permettere perché a fine mese non si arriva o non hanno le “tate” che le supportano nel percorso di carriera, o che non vengono ascoltate nelle loro denunce di abusi come accaduto alla povera Antonietta Gargiulo di Latina.

Dovremmo essere di esempio in ben altro cara signora Francavilla, magari avendo una maggiore empatia nei confronti delle nostre simili, un pizzico di sensibilità in più e una operatività al loro fianco che vada oltre i paroloni scritti sui social.

E ai tanti uomini che stanno scrivendo “non ha mica tutti i torti”, a quelli che commentano con le emoticons della “risata”, a quelli che dicono che “purtroppo l’uomo è geneticamente forte e non può controllare la sua forza e quindi chi è di fronte a lui deve esserne consapevole”… e potrei continuare all’infinito … a questi dico che grazie a tutto questo il genere umano è irreversibilmente in coma e ha perso ogni possibilità di vivere una vita che possa definirsi tale.

Tutto questo va condannato nel modo più radicale e assoluto, sperando fortemente che il prossimo governo abbia veramente voglia di fare qualcosa di serio al riguardo prima che il fenomeno del femminicidio ci sfugga di mano e la consapevolezza di ciò continui ad essere ascritta a motivazioni come questa che uccidono 2 volte.

Maria Pasanisi
Coordinatrice cittadina Manduria in Più

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Centenario del PCI, una pagina di microstoria di Fiorella Lomartire

Riceviamo e pubblichiamo questo articolo di  una nostra lettrice. Desidero raccontare, molto semplicemente, alle nuove …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.