martedì 26 Gennaio, 2021 - 11:52:18

Maruggio:  attivata la ZTL nel centro storico e Campomarino

ztl

ISTITUZIONE DI ZONE A TRAFFICO LIMITATO NELL’ABITATO DI MARUGGIO E CAMPOMARINO
Con l’Ordinanza n. 34 del 15 luglio 2016, si disciplina ed istituisce la (ZTL) zona a traffico limitato nel centro storico di Maruggio; e la zona pedonale urbana in piazzale Italia a Campomarino.

 

Il Comune di Maruggio ha deciso di procedere all’attivazione di n. 3 varchi elettronici corrispondenti ai seguenti ingressi:

  1. CENTRO STORICO DI MARUGGIO
    Via Umberto I e tutte le strade perpendicolari e derivazioni di essa:
    Via Longo Raffaele, Via San Pietro, Vico San Pietro, Via Giuseppe Verdi, Via Regina Elena, Via Castromediano, Via C. Alberto, Via Rizzo Giocondo, Via Tommaso del Bene; Via Chigi, Largo Umberto I.
  2. CENTRO DI CAMPOMARINO
    Piazzale Italia lato Ovest fino alla zona pedonale;
  3. VIA V. EMANUELE accesso nell’abitato inibito ai mezzi pesanti con massa complessiva a pieno carico superiore a 10 t.

I varchi sono costituiti da apparati elettronici integrati ad un sistema informatico per il controllo degli accessi e il rilevamento dei flussi di transito agli accessi della ZTL.

Il sistema assicura in modo automatizzato il controllo delle autorizzazioni di accesso e il rilevamento delle veicoli in transito non autorizzato. La lettura delle targhe avviene in tempo reale e senza rallentare il flusso veicolare.

I varchi elettronici non introducono cambiamenti nelle modalità di accesso ma viene solo intensificato il controllo: al passaggio del veicolo la telecamera registra il numero della targa e lo invia al sistema di controllo che verifica se il veicolo è autorizzato. I dati e le immagini relative al transito sono trattate nel rispetto della norma sulla privacy.

Da precisare che tale impianto è complementare, e non sostituisce – ma integra – l’azione diretta, su strada, da parte delle forze dell’ordine: la gestione del sistema sanzionatorio è comunque affidata agli Agenti del Corpo di Polizia Locale, che peraltro continuerà ad operare anche in maniera tradizionale sul territorio.

«La regolamentazione della circolazione che si intende progressivamente adottare – si legge nella delibera di giunta n.74 del 29/03/2016, – ha, quale obiettivo la riduzione dei fenomeni di congestione del traffico e del conseguente inquinamento nell’ambito del centro storico cittadino, nel rispetto delle seguenti linee di indirizzo: attenuare le criticità determinate dall’eccesso di traffico e dalla domanda di sosta; diminuire la pressione veicolare (tenendo comunque conto delle esigenze di accesso dei residenti e di chi ne ha effettiva necessità); indirizzare i flussi veicolari lungo la viabilità principale, disincentivando all’interno del centro storico di Maruggio e nella zona centrale di piazzale Italia l’uso dei veicoli a motore per il trasporto individuale privato».

«L’introduzione delle nuova modalità di controllo – si legge nel documento – rende opportuno un adeguamento e una riscrittura dell’ordinanza di regolamentazione della Z.T.L. al fine di disporre di un unico provvedimento di chiara lettura e interpretazione sia da parte dei cittadini sia dal personale addetto al rilascio delle autorizzazioni, che sostituisca i numerosi aggiornamenti e le integrazioni effettuati nel corso degli anni, incaricato inoltre a fornire all’utenza le necessarie informazioni su controlli e sanzioni, anche nella prospettiva dell’installazione dei varchi sopra citati.»

All’interno delle aree a Z.T.L. n. 1 e 2 il transito sarà consentito a:
1. Ai residenti per ricoverare i veicoli all’ interno di aree private;

  1. Autoveicoli e motoveicoli autorizzati da specifico contrassegno sia alla circolazione che
    alla sosta, rilasciato su richiesta ai cittadini:
    A. possessori di posto auto privato;
    B. residenti nelle aree interessate;

3.Veicoli al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria, muniti del contrassegno speciale (art. 381, comma 2 D.P.R. 495/92);

  1. Veicoli utilizzati dagli esercenti la professione sanitaria, per l’espletamento dei compiti di
    assistenza al domicilio dei pazienti, limitatamente ad interventi urgenti, muniti del distintivo dell’Ordine
    Professionale, purché espongano lo specifico cartello indicante “MEDICO IN VISITA DOMICILIARE”;
  2. Veicoli riservati a servizi di polizia purché adeguatamente riconoscibili;

  3. Veicoli portavalori;

  4. Veicoli destinati al trasporto di merci, per l’effettuazione di operazioni di carico e scarico,
    limitatamente alle seguenti fasce orarie: dalle 07:00 alle 10:00 – dalle 14:00 alle 16:00;

  5. Veicoli addetti ai servizi pubblici o pubblica necessità (Taxi, Ambulanze, Vigili del
    Fuoco, Enel, Telecom), veicoli in servizio per la raccolta rifiuti o la pulizia delle strade e
    ditte appaltatrici di analoghi servizi;

  6. Veicoli al servizio di persone portatrici di handicap dotati di apposito tesserino di riconoscimento che
    dovrà essere apposto in modo evidente nella parte posteriore del veicolo;

Prescrizioni:

I veicoli sono autorizzati al solo transito;
I veicoli nei casi in cui è prevista o indispensabile la sosta temporanea, la stessa deve essere
limitata al tempo strettamente necessario all’esecuzione delle operazioni e/o allo svolgimento delle
mansioni. Durante la sosta i veicoli non devono mai arrecare intralcio e, nei casi previsti, deve
essere esposto, in modo ben visibile dall’esterno, nella parte anteriore del veicolo, il contrassegno
previsto;
I veicoli devono essere condotti con la massima cautela ed i conducenti hanno l’obbligo di
documentare, a richiesta degli operatori di polizia, i motivi che giustificano il transito.
All’interno della ZTL n. 3 Via V. Emanuele il transito è inibito ai mezzi pesanti con massa a pieno
carico superiore al 10t ad eccezione di:

L’ accesso in tutti i casi documentati di necessità per il carico e scarico merci, previa autorizzazione da parte della Polizia Locale, nonché i mezzi pubblici di trasporto.

Fonte: Delibera di giunta comunale n.74 del 29/03/2016

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La città di Leonida. Rilanciamo Taranto tra archeologia e letteratura. Un vero Progetto per la contemporaneità

“Riposo molto lontano dalla terra d’Italia/e di Taranto mia Patria/e ciò m’è più amaro della …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.