lunedì 14 Ottobre, 2019 - 15:24:18
Home > La Voce > Locali > Maruggio – Toto giunta, i nomi dei possibili assessori

Maruggio – Toto giunta, i nomi dei possibili assessori

aula consigliareMaruggio – A pochi giorni  dalla vittoria che consegna il Comune di Maruggio  alla lista civica  “Per Maruggio”, il toto giunta è già nell’aria. Alfredo Longo deve trovare quattro nomi, due uomini e due donne, che soddisfino competenze, rinnovamento, preferenze ed equilibri interni alla lista “Per Maruggio”. Una squadra che richiederà almeno una settimana di tempo per essere trovata e comunque entro il 5 giugno data di convocazione del primo Consiglio comunale che si terrà, come promesso dal neo Sindaco e condizioni meteo permettendo, in piazza del Popolo o Largo Umberto I. Per la carica di vice – Longo verrà sicuramente riconfermato Giovanni Maiorano già vicesindaco ed assessore della passata giunta “Chimienti”. G. Maiorano ha totalizzato un record storico di 583 preferenze e, sempre   in quota “maschile” potrebbe spuntare il nome di  Franco Maiorano, fedele “segugio” di Alfredo Longo, che ha portato nella lista un numero di 206 preferenze.

Passiano  sul fronte “rosa”.

Mariangela Chiego, ex assessore della passata amministrazione, sarà sicuramente riconfermata con un incarico in Giunta, potrebbe  riuscire ad entrare nella squadra anche  la giovane Antonella Friscini per garantire  il principio della rappresentatività “politica” all’interno della  Giunta e per rispettare accordi politici pre elettorali  con l’area vicina alla sinistra cittadina. Stefania Moccia la più suffragata delle quote “rosa”, potrebbe ricoprire la carica di Presidente del Consiglio Comunale cosa che farebbe escludere di conseguenza il nome di Tiziana Destratis. La carica di capogruppo potrebbe  andare al giovane  Rosario De Rubertis che ha ottenuto un buon risultato con  157  preferenze.  

Il nuovo Consiglio comunale sarà composto dai seguenti  neo eletti:

Sindaco – Adolfo Alfredo Longo

Consiglieri: 

  1. Giovanni Maiorano 
  2. Stefania Moccia
  3. Franco Maiorano
  4. Mariangela Chiego
  5. Antonella Friscini
  6. Tiziana Destratis
  7. Rosario De Rubertis
  8. Giovanni Venneri 
  9. Angelo Prontera
  10. Aldo Summa
  11. Cosimo Marseglia
  12. Alberto Chimienti
Riepilogo dei primi 10 passi da neosindaco: (fonte: ANCITEL) 

1. Insediamento – DPR 570/1960

L’entrata in carica del Sindaco coincide con la sua proclamazione effettuata dall’ufficio elettorale centrale nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti e dalla prima sezione elettorale nei comuni con popolazione inferiore.

2. Pubblicazione dei dati elettorali – DPR 570/1960, art. 61

Il primo adempimento cui il Sindaco deve assolvere, entro tre giorni dalla proclamazione degli eletti, è la pubblicazione dei risultati elettorali, nonché la notifica degli stessi agli eletti.

3. Nomina della Giunta e del Vicesindaco  – D.Lgs. 267/2000, art. 46

Nella prima seduta di insediamento del Consiglio comunale il Sindaco deve dare notizia della composizione della Giunta. Alla nomina dei singoli membri della Giunta il Sindaco deve, di norma, provvedere nell’arco di tempo che va dalla convocazione del Consiglio e la prima adunanza. Il Sindaco tra gli assessori che compongono la Giunta sceglie e nomina il Vicesindaco

4. Convocazione del Consiglio comunale – D.Lgs. 267/2000, art. 40

Entro dieci giorni dalla proclamazione degli eletti, il Sindaco deve convocare il Consiglio comunale. La prima seduta deve essere tenuta entro dieci giorni dalla convocazione.

5. Seduta di insediamento – D.Lgs. 267/2000, artt. 40, 41

Il Sindaco, nella seduta di insediamento, presta giuramento di osservare lealmente la Costituzione, secondo formule e modalità stabilite nel regolamento dell’Ente. Comunica la composizione della Giunta.

6. Presentazione delle linee programmatiche D.Lgs. 267/2000, art. 46

Entro il termine stabilito nello statuto dell’ente il Sindaco, sentita la Giunta, presenta al Consiglio le linee programmatiche della nuova amministrazione.

7. Verifica straordinaria di cassa –  D.Lgs. 267/2000, art. 224

Il neo Sindaco procede, alla presenza della amministrazione uscente, del Segretario, del responsabile del servizio finanziario e dei membri dell’organo di revisione dell’ente, alle operazioni di verifica straordinaria di cassa, secondo le modalità previste dal regolamento di contabilità dell’Ente.

8. Nomina dei rappresentanti del comune –  D.Lgs. 267/2000, art. 50

Sulla base degli indirizzi stabiliti dal Consiglio il Sindaco, entro 45 giorni dall’insediamento, provvede alla nomina, alla designazione e alla revoca dei rappresentanti del comune e della provincia presso enti, aziende ed istituzioni.

9. Nomina del segretario comunale –  D.Lgs. 267/2000, art. 99

Il Sindaco può nominare un nuovo Segretario comunale non prima di 60 giorni e non dopo che siano decorsi 120 giorni dall’avvenuto insediamento, alla scadenza dei quali il segretario in carica nominato dal precedente Sindaco risulta confermato

10. Nomine nella struttura –  D.Lgs. 267/2000, artt. 50, 107, 109, 110

Il Sindaco nomina i responsabili degli uffici e dei servizi, attribuisce e definisce gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna. Può conferire incarichi dirigenziali a tempo determinato purché siano motivati in relazione agli obiettivi indicati dal programma amministrativo e rispettino criteri di competenza professionale.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Racconto Eduardo de Filippo. Un personaggio inquieto della vita in teatro a 35 anni dalla morte e verso i 120 anni dalla nascita

“Voi sapete che io ho la nomina (non di senatore, per carità) che sono un …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.