domenica 29 Novembre, 2020 - 8:32:11

“Muzzicare” le fave, tra le rondini, li caseddi e tanti ricordi

Ph Luigi Schiavoni
La melodia del ticchettio del sasso sulla lastra di pietra calcarea risuona ancora nella mia mente, i colpi precisi scanditi nel tempo, le dorate fave essiccate al sole mentre perdevano la loro buccia, il tutto tra le rondini che volteggiavano fermandosi quasi ad osservare tra le fessure del borgo antico di Avetrana. Erano dei pomeriggi assolati di giugno tra il borgo antico di Avetrana (caseddi) le signore si riunivano ognuna con la sua “dote” di fave essiccate da “muzzicare” si scambiavano confidenze, consigli, pareri, si raccontavano aneddoti, “fatti” avvenuti in paese e si continuava così fino al tramonto.

In ogni via risuonava il tac tac tac del sasso che muzzicava le fave e sembrava quasi un rituale, una tradizione che si ripeteva tutti gli anni all’angolo di via Parlatano dove le ore scorrevano lente, le signore sedute rinchiuse a cerchio con le loro sedie portate da casa o offerte dalla vicina e la propria “firsora” con le fave da muzzicare.

PH Zenzyazonzo

Si parlava della imminente festa di Sant’Antonio oppure di quando ci si trasferiva a Torre Colimena piuttosto che a Specchiarica per trascorrere i mesi estivi, della salsa da fare in casa, della qualità dei pomodori oppure del grano da mietere. Si respirava l’aria della primavera tra le pareti imbiancate a calce dorate dal sole di giugno. La fine della scuola caratterizzava quei momenti colmi di semplicità e gioia allo stesso tempo, per una vacanza imminente, un anno scolastico trascorso e le fave da muzzicare pronte a scandire l’inizio di una nuova estate.

Salvatore Cosma

Commenta con Facebook

Notizie su Salvatore Cosma

Salvatore Cosma
Laureato in Giurisprudenza presso l'Università di Lecce, originario di Avetrana, paese in cui sin da piccolo ha maturato la passione per la musica, in particolare lo studio del pianoforte, strumento che ha studiato diversi anni, parallelamente ha coltivato la passione per la lettura e la scrittura. Attualmente vive e lavora a Reggio Emilia conservando un forte legame con Avetrana, dove torna ogni volta che gli impegni di lavoro glielo consentono. Lavora in ambito sindacale. Si occupa principalmente della rappresentanza politica e sindacale/vertenziale dei lavoratori del settore edile nella provincia di Reggio Emilia. Appassionato di storia, cultura e tradizioni salentine.

Leggi anche

Bollettino epidemiologico Regione Puglia del 19 novembre 2020

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento …