domenica 24 Gennaio, 2021 - 22:31:07

Natante alla deriva al largo di San Pietro in Bevagna. Cinque giovani lanciano SOS, messi in salvo dalla Guardia costiera

840

MARUGGIO – È stata una telefonata tramite numero 1530 alla Capitaneria di Porto di Taranto che nel tardo pomeriggio di ieri ha consentito di allertare i soccorsi evitando cosi’ una situazione di grave pericolo che andava delineandosi nei confronti di cinque giovani a bordo di un natante da diporto con motore in avaria, alla deriva nel tratto di mare antistante la località di San Pietro in Bevagna del comune di Manduria.

L’unità, infatti, in balia del mare, a causa delle condizioni meteo marine continuava ad allontanarsi dalla costa.
La sala operativa della capitaneria di porto guardia costiera di Taranto dirottava sul luogo indicato dai malcapitati, circa duecento metri dalla costa in località San Pietro in Bevagna, un mezzo nautico minore già in pattugliamento in mare per vigilanza marittima.

L’unità della Guardia costiera giunta sul punto segnalato non riscontrava la presenza del natante in avaria che dopo una perlustrazione condotta verso il largo veniva invece individuato a circa due miglia dalla costa antistante la località in questione.

I malcapitati venivano quindi presi a bordo dell’unita’ della Guardia costiera e condotti in buone condizioni di salute presso il porto di Campomarino di Maruggio.

La fortuna per i cinque malcapitati e’ stata quindi quella di disporre di un telefono cellulare a bordo in modo da poter attivare tramite il numero di emergenza in mare 1530 la macchina dei soccorsi.

Tra le raccomandazioni che la guardia costiera ripete costantemente a favore dei diportisti vi e’ infatti quella di essere estremamente prudenti nell’approccio al mare, rispettando le regole elementari di buon senso, come quella di allertare immediatamente i soccorsi in caso di necessita’, circostanza che come nel caso in questione ha consentito di evitare ben più gravi conseguenze.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Prosegue il progetto “Basequa”, su Zoom tre appuntamenti on line

Prosegue il progetto “Basequa” che prevede tantissime attività – tutte gratuite e opportunamente rimodulate per …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.