giovedì 29 Febbraio, 2024 - 20:40:13

“Operazione Parsifal” a Taranto. Sgomberata catena ecocriminale: pesca abusiva e distruzione ecosistema marino

Operazione Parsifal

“Operazione Parsifal”. Pesca Illegale di Datteri di Mare a Taranto: Degrado Ambientale e Conseguenze per l’Ecosistema Marino

TARANTO Operazione Parsifal: In seguito a un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Taranto, la Capitaneria di porto – Guardia Costiera ha eseguito un’ordinanza di misure cautelari nei confronti di soggetti indagati per numerosi episodi di pesca illegale della specie marina Lithofaga Lithofaga, nota come dattero di mare, nella Rada Mar Grande del porto di Taranto.

Le attività illecite, protrattesi nel tempo, sono accusate di causare la distruzione di tratti di scogliera marina, il degrado delle acque e dei fondali rocciosi, nonché l’alterazione irreversibile dell’ecosistema marino. Gli indagati, posti agli arresti domiciliari, sono accusati di reati ambientali, inclusi inquinamento e disastro ambientale, derivanti dalla demolizione ripetuta di scogliere per l’asportazione dei datteri.

Le indagini, basate su tecniche investigative avanzate, hanno portato al sequestro di considerevoli quantità di datteri e hanno evidenziato il danneggiamento dell’ecosistema marino. La pesca illegale ha comportato il depauperamento delle risorse e gravi conseguenze per la biodiversità locale. La specie di dattero di mare coinvolta è protetta da normative internazionali, europee e nazionali.

L’attività criminale ha interessato un’area di notevole interesse pubblico, compresa nel Mar Piccolo di Taranto, aggravando la condotta degli arrestati.

Va sottolineato che gli indagati godono del principio di presunzione di innocenza fino a una sentenza definitiva di condanna.

 

 

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

foto

Incontro Strategico a Roma tra il Commissario Straordinario dei Giochi del Mediterraneo 2026 e il Ministro della Difesa

Il Commissario straordinario e Presidente del Comitato organizzatore dei Giochi del Mediteraneo 2026, Massimo Ferrarese, …