venerdì 30 Ottobre, 2020 - 16:48:55

Panico fra gli automobilisti: Arriva una proposta per vietare le segnalazioni di tutor e autovelox

Le insegne luminose, i siti internet e le App per smartphone che avvertono sulla presenza dei sistemi per la misurazione della velocità potrebbero diventare illegali in Italia, complice un decreto legge che intende metterli al bando. È quanto scrive La Repubblica, che ha sentito sull’argomento anche il Procuratore Generale di Roma Giovanni Salvi. Secondo i promotori, la proposta sarebbe motivata da questioni riguardanti la sicurezza: una segnalazione prima di un autovelox, che arrivi dallo smartphone o da un pannello luminoso, potrebbe indurre gli automobilisti ad effettuare manovre pericolose e creare confusione sulla strada. L’idea allo studio avrebbe lo scopo di azzerare questi fenomeni, portando così gli automobilisti ad essere più disciplinati e rispettosi dei limiti di velocità.

Oggi in Italia è del tutto lecito segnalare la presenza di autovelox, tutor e degli altri misuratori di velocità, se è vero che molte amministrazioni locali pubblicano regolarmente la lista delle strade in cui effettueranno le misurazioni. Il disegno di legge intende però vietare i siti, le pagine Facebook, le applicazioni (fra cui Coyote e Waze) e gli avvisi di qualsiasi genere che mettano in guardia le persone al volante sulla “minaccia” imminente. I passaggi normativi richiesti prima dell’approvazione definitiva potrebbero comunque rivelarsi ancora lunghi, come spesso accade in Italia, ma questa novità segna la direzione che le autorità intendono seguire per migliorare, a loro avviso, le condizioni di sicurezza sulle strade.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La Polizia di Taranto salva un 15enne vittima di bullismo, voleva suicidarsi

I poliziotti della Sala Operativa di Taranto, hanno ricevuto l’accorata telefonata di una giovanissima ragazza, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.