mercoledì 17 Agosto, 2022 - 9:09:51

Parafarmaci con falso marchio “Made in Italy”: maxisequestro al porto di Brindisi

Parafarmaci con falso marchio "Made in Italy": maxisequestro al porto di Brindisi

I Finanzieri Gruppo Brindisi, unitamente a funzionari dell’Agenzia delle Dogane, hanno sottoposto a sequestro un ingente carico di prodotti parafarmaceutici, giunti presso il porto di Brindisi e destinati ad un’azienda campana. L’attività di analisi ed implementazione del monitoraggio sui flussi in transito presso lo scalo portuale, ha consentito di individuare e sottoporre a controllo un autoarticolato, appena sbarcato dalla motonave “Egnazia” proveniente dalla Grecia, a bordo del quale è stato rinvenuto l’illecito carico, costituito da confezioni di parafarmaci prodotti nel paese Ellenico e destinati in Italia. I controlli eseguiti dalle Fiamme Gialle hanno consentito di appurare che sulle confezioni era falsamente apposta la dicitura “Made in Italy”, in maniera tale da indurre erroneamente il consumatore finale a ritenere che il prodotto fosse di origine italiana.

Parafarmaci con falso marchio "Made in Italy": maxisequestro al porto di Brindisi

Sulla base delle evidenze documentali acquisite, i Finanzieri ed i funzionari doganali, hanno quindi sottoposto a sequestro circa 53.000 confezioni, contenenti complessivamente 1.400.000 fiale del tipo “RINOREX AEROSOL”, un prodotto parafarmaceutico indicato per l’igiene nasale quotidiana dei bambini e degli adulti, procedendo alla contestuale segnalazione alla Procura della Repubblica di Brindisi del rappresentante legale della ditta importatrice, di nazionalità italiana, per vendita di prodotti
industriali con segni mendaci.

L’operazione rientra nel più ampio contesto delle attività di intensificazione dell’azione di contrasto della contraffazione dei farmaci svolte dalla Guardia di Finanza, quale forza di polizia economico finanziaria, a tutela del “Made in Italy” e della salute dei consumatori.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La poesia o la prosa, possono ancora sopravvivere nell’universo delle comunicazioni di massa

La poesia o la prosa, possono ancora sopravvivere nell’universo delle comunicazioni di massa

In seguito al notevole successo della presentazione del libro “La bellezza dell’attimo” (Maruggio, 9 agosto …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.