giovedì 28 Maggio, 2020 - 0:54:15

Pensiero Fugace

bambino_intellettuale_occhiali_secchione «Il compito dell’intellettuale è diverso da quello del politico. L’intellettuale vuol comprendere, mentre il politico vuol convincere. L’intellettuale ha bisogno del confronto, dello stimolo, della ricerca, mentre il politico mira al consolidamento dell’elettorato. L’intellettuale lavora spesso per tempi lunghi, elabora scenari di cui forse non vedrà nemmeno le minute realizzazioni, mentre il politico è quasi sempre costretto ad agire su tempi brevi. Perché l’intellettuale ha nel dubbio una delle molle che lo spingono alla ricerca e alla verifica delle proprie ipotesi, mentre il politico non può permettersi di dubitare. Soprattutto di se stesso. Perché l’intellettuale ha la consapevolezza della propria fallibilità, e la mette in preventivo. Mentre il politico non può ammettere di poter sbagliare. Questo spiega, per inciso, perché il politico, raramente, abbia il senso e il dono dell’umorismo.»

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

I 50 ANNI DI UNGARETTI CON UNGARETTIANA

L’Associazione Internazionale dei Critici Letterari e la Nemapress edizioni per i 50 anni dalla morte …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.