martedì 19 Gennaio, 2021 - 6:19:05

Piano Coste: Giunta approva commissariamento 23 comuni. Nell’elenco dei comuni Maruggio e Torricella

Sono 23 i Comuni costieri pugliesi commissariati dalla Regione perché non hanno ancora provveduto ad approvare il Piano comunale delle coste, indispensabile per regolamentare l’uso della fascia demaniale marittima. Questo il provvedimento della Giunta regionale ai sensi della vigente legge regionale n. 17 del 2015.

Tra i Comuni inadempienti della provincia di Taranto ci  sono Maruggio, Torricella e Leporano.

La Giunta Regionale – spiega con una nota – ha provveduto – ai sensi della vigente legge regionale n. 17 del 2015 – a commissariare i comuni costieri che non hanno ancora approvato il Piano comunale delle coste.

La Giunta ha seguito un criterio oggettivo, provvedendo ad individuare 23 comuni sotto i 10mila abitanti e con meno di 20 km di costa. Rodi Garganico era stato già commissariato a giugno 2017.

Successivamente – entro i prossimi due mesi – si provvederà al commissariamento di ulteriori Comuni inadempienti.

I comuni:

  1. Alliste
  2. Andrano
  3. Cagnano V.
  4. Castrignano d. C.
  5. Castro
  6. Chieuti
  7. Diso
  8. Gagliano d. C.
  9. Ischitella
  10. Leporano
  11. Maruggio
  12. Mattinata
  13. Melendugno
  14. Morciano d. L.
  15. Peschici
  16. Salve
  17. Santa Cesarea T.
  18. Serracapriola
  19. Torchiarolo
  20. Torricella
  21. Vernole
  22. Vico d. G.
  23. Zapponeta

La Regione Puglia già nel 2012 aveva sollecitato i comuni alla produzione del piano. Richiesta rimasta inscoltata. Due anni dopo una lettera-ultimatum dell’ente Regione alle amministrazioni ioniche e adriatiche: «Senza il Piano delle coste non si può tutelare il paesaggio e puntare allo sviluppo turistico» secondo la Regione che fissò 60 giorni di tempo per la produzione dello strumento di pianificazione. Fu lettera morta anche in quel caso.

I sindaci sono sul piede di guerra e Federbalneari fa sapere di voler portare avanti la battaglia già avviata in Tribunale. Il rischio concreto infatti è che le imprese balneari, incluse quelle storiche, siano cancellate con un atto di pianificazione.

Mauro Della Valle di Federbalneari risponde con una nota sul profilo personale di Facebook

Cara Giunta Regionale e Sindaci Costieri Tutti: il piano costa Pugliese non può cancellare le Imprese Balneari Pugliesi esistenti. Il Piano Costa Pugliese vale per le Nuove Imprese. Federbalneari al TAR Bari Difenderà a Giugno le Imprese Balneari Pugliesi esistenti ed autorizzate con regolare concessione demaniale!!

Federbalneari auspica ad una immediata reazione di responsabilità dei primi cittadini. Certo è che la scelta del commissariamento ha avuto una logica non proprio come il piano costa ragiona e cioè non per confini amministrativi ma per Unità fisiografica. Spero che chiunque sarà chiamato a decidere sul Futuro delle Imprese Balneari lo faccia per le Nuove Imprese Balneari e non per quelle esistenti. Da qui un ricorso sul l’annullamento del piano coste pugliesi che ci vedrà davanti al TAR Bari il prossimo Giugno.
Dal 2012 ad oggi il litorale sabbioso pugliese NON è quello fotografato nel 2012!! Con i piani costa comunali senza una ricognizione aggiornata dello Stato di salute delle spiagge si rischia di concedere nuove concessioni dove manca la sabbia e revocarne dove invece il mare in 6 anni ha ristabilito un equilibrio naturale.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Il bene culturale come identità di civiltà nel recentissimo lavoro di Micol e Pierfranco Bruni dedicato a San Lorenzo del Vallo

La storia si racconta con le testimonianze. Si racconta con i beni culturali. Si racconta …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.