martedì 20 novembre, 2018 - 13:18:30
Home > La Voce > Locali > Protestano in massa alunni e genitori delle scuole elementari e medie e non partecipano alla festa di fine anno

Protestano in massa alunni e genitori delle scuole elementari e medie e non partecipano alla festa di fine anno

Immagine tratta dal Blog MaruggioLIfe
C’erano tutti quest’anno alla festa di fine anno scolastico nella bella pinetina della scuola, il Dirigente Scolastico dott. prof. Maria Antonietta Todisco, il prof. Ugo Gennari, i docenti, il personale A.T.A., il Sindaco dott. Alberto Chimienti, gli assessori Alfredo Longo e Mariangela Chiego, il corpo di polizia municipale, i rappresentanti del circolo sottufficiali, il nostro favoloso gruppo folkloristico “Aria di Casa Nostra”, ma, nel giorno dei saluti e dei festeggiamenti e dei ringraziamenti e delle ballate e delle “mangiate” non c’erano i ragazzi e le loro famiglie!!!

Presenti al festeggiamento solo 3 classi su 19, nessuna 5^ elementare, nessuna 3^ media! In massa, 400 alunni e loro famiglie (su 480), hanno gridato il loro NO al perpetrarsi di disagi e discriminazioni!!! Hanno detto basta a banchetti per Prìncipi ed altri per giullari!!! Le famiglie chiedono feste a dimensione di bambini, feste che siano per gli alunni e non per le autorità, feste che regalino ai nostri figli, sorrisi, e non, i pianti di chi, al termine delle esibizioni, è dovuto tornare prima in classe e poi a casa!!!

Un abbraccio va a quelle mamme che hanno dovuto affrontare il difficile compito di spiegare ai propri figli perché alcuni festeggiavano fuori ed altri tornavano a casa!
La scuola è o dovrebbe essere luogo di formazione ed educazione, di integrazione e di uguaglianza, di scambio e di sviluppo, e non, luogo di incomprensioni continue, malcontenti, lotte, distanze e discriminazioni!

Non è vero che non rimpiangiamo il nostro vecchio caro Direttore Ugo Gennari, con lui la scuola è sempre stata scuola, il docente sempre docente, il bambino sempre bambino e il genitore sempre genitore. Ognuno armoniosamente e serenamente sempre al suo posto…in quella meravigliosa, ma, delicata e faticosa e laboriosa alleanza che è al servizio dei nostri figli!!

Professoressa……”a volte quando si vince si perde” perché è mortificante assistere ad un festeggiamento senza il festeggiato!
Né è stato riconoscente il Sindaco nei confronti di “tutta” la sua cittadinanza, quando, dopo aver omaggiato e magnificato (!) l’operato del nostro Dirigente Scolastico, nei ringraziamenti si è rivolto solo alle famiglie presenti alla festa (80 su 480) perché <<…solo loro hanno dimostrato di essere vicini ai propri figli ed anche alla scuola…>>!!

C’è tutto un sommerso, non visibile nell’ultimo giorno dell’anno, di lavoro di impegno di sacrificio e contributo da parte di “tutte” le famiglie in un intero anno scolastico, che, seppur di fronte ad un bicchiere di vino, non si può e non si deve “dimenticare”!
Dedita ad un nobile principio di uguaglianza, rivolgo un “grazie” a tutte le famiglie e a tutte le mamme di Maruggio, perché, insieme si fa squadra e si lotta per un bene comune: quello dei nostri figli!

Ines Tripaldi  su  Nuovo Marubbiando –  Giugno 2011

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fortezze e Castelli di Puglia: Il Castello di Monopoli

  Fu l’Imperatore Carlo V ad ordinare la costruzione del Castello di Monopoli, nell’ambito della …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.