giovedì 27 Gennaio, 2022 - 18:00:00

Regionale 8 – Legambiente: «questa inutile strada distruggerebbe proprio l’ultima fascia di territorio rimasta intatta»

Regionale 8 - Legambiente: «questa inutile strada distruggerebbe proprio l’ultima fascia di territorio rimasta intatta»

A 5 anni di distanza dalla bocciatura del Comitato VIA della Regione Puglia, che pensavamo avesse messo una definitiva parola fine a questa devastante opera, così hanno esordito i circoli Legambiente Manduria, Sava, Maruggio e Fragagnano in un comunicato congiunto – alcuni politici sono tornati nuovamente a spingere per la costruzione della famigerata Regionale 8.

Come è oramai noto, questa inutile strada distruggerebbe proprio l’ultima fascia di territorio rimasta intatta, e che conserva la più alta valenza paesaggistica e naturalistica dell’alto Salento, annientando definitivamente le ultime velleità di un turismo di qualità.

Appaiono, quindi, risibili le motivazioni di chi, con un vecchio politichese e con una retorica stantìa cerca di giustificare l’ingiustificabile affermando che questa strada favorirebbe il turismo, quando invece è vero proprio il contrario. Sappiamo, infatti, che oggi il turismo si indirizza soprattuto in aree in cui il paesaggio e l’ambiente conservano ancora la loro naturale bellezza.

Non si comprende quindi come, nel 2019, in una regione in cui andrebbero investite le risicate risorse pubbliche nell’ammodernamento della disastrata rete ferroviaria, si punti ancora sul trasporto su gomma, rispolverando un’ idea progettuale del secolo scorso che, oramai, anche se più volte modificata nel tempo, risulta vecchia di quarant’anni.

Addirittura, nel territorio di Maruggio, il progetto si discosta dal tracciato esistente, apportando ulteriori danni ad un territorio stupendo e di incomparabile bellezza.

Noi pertanto restiamo coerentemente contrari a questa opera superflua, non solo, ovviamente, per ragioni di carattere ambientale, paesaggistiche e turistiche, ma anche e soprattutto perché, in un periodo di gravi ristrettezze economiche, appare immorale e, al contempo, incomprensibile, sperperare 200 milioni di denaro pubblico per un’opera palesemente inutile;

quelle risorse economiche potrebbero, invece, essere utilizzate per la manutenzione ordinaria delle disastrate strade esistenti oppure per la completa realizzazione di un opera che i cittadini della parte orientale della provincia di Taranto aspettano invano da decenni: ci riferiamo all’incompiuta Bradanico-Salentina, indispensabile, essa si, al suo sviluppo perché congiungerebbe velocemente il nostro territorio ai tre capoluoghi di Lecce, Brindisi e Taranto, nonché all’autostrada e agli aeroporti di Grottaglie e Brindisi.

Circoli Legambiente di Manduria, Sava, Maruggio, Fragagnano.

 

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Operazione Alto Impatto: blindato quartiere Tamburi

Operazione Alto Impatto: blindato quartiere Tamburi

È scattata alle prime ore del mattino una massiccia operazione di polizia interforze a Taranto. …