sabato 05 Dicembre, 2020 - 19:17:38

Riapre il 118 di Manduria

Dal personale interessato ci giunge notizia che oggi sarà riattivata la postazione medicalizzata del 118 di Manduria dove torneranno in servizio i cinque infermieri trasferiti a Taranto Sud”.

Ad annunciarlo è l’Avv. Cinzia Filotico, Vice Coordinatrice della Lega Manduria, che aggiunge: “questa è la prima importante vittoria di una opposizione fatta con tempestività e responsabilità, in favore delle esigenze primarie dei cittadini”.

La Lega è stato infatti il primo partito a denunciare la disattivazione della postazione medicalizzata del 118 dell’Ospedale Giannuzzi. Una vergogna reiterata ai danni dei cittadini di Manduria da parte di Michele Emiliano e del suo Assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco, finita poi direttamente in Parlamento.

Qualche giorno fa, infatti, il senatore della Lega Roberto Marti ha depositato un’interrogazione parlamentare all’attenzione del Ministro della Salute, Roberto Speranza, allo scopo di far luce sulla situazione dell’ospedale invitando quest’ultimo ad adottare gli opportuni provvedimenti di propria competenza – anche attraverso l’utilizzo di atti ispettivi – al fine di porre fine alla arbitraria disattivazione delle postazioni medicalizzate del Set 118 Asl-Ta di Manduria.

“Un diritto leso rappresenta un insopportabile sopruso: in un territorio senza rappresentanza la Lega intende farsi carico di tutte queste situazioni problematiche che minano alle fondamenta la serenità di una comunità” conclude Filotico che promette “non lasceremo che vengano compiute ingiustizie nei confronti di fasce deboli attraverso la sospensione di servizi essenziali”

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La famiglia Rauti revochi la concessione del patrimonio culturale allo Stato dopo il deplorevole atto del ministro Franceschini di censurarlo dal sito

Perché la famiglia Rauti non revoca la concessione del patrimonio culturale alla Biblioteca nazionale? Può …