domenica 20 Ottobre, 2019 - 0:57:47
Home > Attualità > Salpa da Lignano Sabbiadoro Goletta Verde 2019 per difendere il mare dall’inquinamento

Salpa da Lignano Sabbiadoro Goletta Verde 2019 per difendere il mare dall’inquinamento

L’imbarcazione ambientalista sarà in Puglia dal 9 al 15 luglio con tappe alle Isole Tremiti, Monopoli e Taranto

Goletta Verde, la campagna di Legambiente sulla situazione dei mari e delle coste d’Italia più conosciuta ed apprezzata, si prepara a salpare. È dal 1986 che l’imbarcazione ambientalista compie il giro delle coste italiane con lo scopo di monitorare la salute del nostro mare, segnalare abusi e illegalità e promuovere il patrimonio naturalistico delle nostre coste. Sarà Lignano Sabbiadoro in Friuli-Venezia Giulia a dare il via, il 23 giugno, al tour 2019 che si concluderà due mesi dopo in Liguria a La Spezia: in Puglia la Goletta Verde farà tappa alle Isole TremitiMonopoli e Taranto dal 9 al 15 luglio.

In attesa del responso del monitoraggio del team di tecnici e biologi che accompagna il viaggio della Goletta Verde, parte SOS Goletta. Grazie a questo servizio, cittadini e turisti possono contribuire alla segnalazione di situazioni anomale e di inquinamento delle acque: scarichi abusivi in mare, chiazze sospette, situazioni di degrado ambientale. I tecnici del laboratorio mobile approfondiranno poi le denunce e le segnalazioni per poi smistarle alle autorità competenti. E grazie alle segnalazioni ogni anno Legambiente riesce ad individuare e denunciare situazioni particolarmente critiche.

Inviare le segnalazioni al servizio Sos Goletta è molto semplice. Basta collegarsi al sito https://www.legambiente.it/sos-goletta/ e compilare il form, le cui informazioni resteranno anonime, all’interno del quale è possibile inserire tutte le indicazioni utili per identificare il punto, le foto dello scarico o dell’area inquinata oltre ad un recapito telefonico.

«SOS Goletta e il tour della storica imbarcazione ambientalista lungo la Penisola – dichiara Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – sono iniziative che, in sinergia fra loro, ci permetteranno di portare avanti il nostro impegno in difesa del mare dall’inquinamento e contro chiunque perpetui azioni a danno degli ecosistemi marini e lacustri. Per far ciò è necessario il contributo di tutti. Le segnalazioni dei cittadini aiuteranno i biologi di Goletta Verde a individuare nuovi punti di campionamento da controllare, campionare e denunciare alle autorità competenti, per intervenire e cercare di risolvere i problemi che possono affliggere le nostre vacanze e soprattutto i delicati ecosistemi naturali».

Le tappe e le novità di Goletta Verde 2019 – Il viaggio della Goletta Verde prenderà il via quest’anno dal Friuli-Venezia Giulia per terminare il 14 agosto in Liguria. Prima tappa dal 23 al 25 giugno a Lignano Sabbiadoro; a seguire Caorle (26, 27 giugno); Chioggia (28 giugno); Rimini (30 giugno, 1 luglio); Ancona (2 luglio); San Benedetto del Tronto (3, 4 luglio); Pescara (5, 6 luglio); Vasto (7 luglio); Termoli (8, 9 luglio); Isole Tremiti (10 luglio); Monopoli (11, 12 luglio); Taranto (15 luglio); Corigliano-Rossano (17, 18 luglio); Pozzallo (20, 21 luglio); Gela (22, 23 luglio); Triscina – Selinunte (24 luglio); Favignana (25 luglio); Cagliari (28, 29, 30 luglio); Maratea (1 agosto); Scario (2, 3 agosto); Acciaroli (4 agosto); Procida (5, 6 agosto); Anzio (7, 8 agosto); Portoferraio (10, 11 agosto); La Spezia (12, 13, 14 agosto).

Ufficio stampa e comunicazione di Legambiente Puglia

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Necrologio – Gli amici sono vicini al dolore che ha colpito Annalisa Vacca per la perdita della cara mamma

Tutte le parole del mondo non potrebbero colmare il vuoto che hai ora nel petto, …