domenica 21 Aprile, 2019 - 11:10:57
Home > Attualità > Sanremo 2019. Standing ovation per Il Volo con in salentino Alessandro Quarta, un violino d’autore

Sanremo 2019. Standing ovation per Il Volo con in salentino Alessandro Quarta, un violino d’autore

Fotogramma Rai 1
Non tutti sapevano chi fosse, Alessandro Quarta, questo muscoloso violinista che ha fatto alzare in piedi, ieri sera nel teatro Ariston, il pubblico del 69° Festival di Sanremo, una meritatissima standing ovation insieme al trio Il Volo.  Il rock del violinista pugliese di fama internazionale che spolvera il brano “Musica che resta”.

Fb profilo Alessandro Quarta

Alessandro Quarta, classe ’76, violinista, compositore, arrangiatore. Talentuoso fin dalla nascita e salentino. Vanta collaborazioni con i più grandi artisti mondiali: Aretha Franklin, Ray Charles, Jamiroquai, James Brown, Tina Turner, Tom Jones, per citarne alcuni.

fotogramma Rai 1

La CNN  lo ha definito “musical genius”. Alessandro Quarta è infatti famoso in tutto il mondo, è una delle nostre eccellenze in ambito musicale. Con il violino è capace di regalare emozioni indescrivibili, lo ha dimostrato ieri sera sul palco dell’ Ariston.

Del suo amore per la musica e del rapporto con il suo violino, Alessandro Quarta ha detto in un’intervista rilasciata a SalentoDove: “A tre anni, ma me lo hanno tolto di mano e me lo hanno ridato un anno dopo. Un errore che si commette spesso con i bambini, credendo che siano troppo piccoli per suonare. In Italia non si comprende il significato della parola “play” che significa “giocare” ma anche “suonare”. La musica è un gioco non un’imposizione come spesso viene percepita dai bambini che poi la abbandonano

Un talento, quello di Alessandro – scrive Gianni Poglio su Panorama  del 10 giugno 2015 –  figlio di sacrifici e costosi studi privati con maestri come Salvatore Accardo, Abraham Stern, Zinaida Gilels e Pavel Vernikov. Non si sente secondo a nessuno mister Quarta. Nemmeno a David Garrett, il violinista tedesco-americano famoso per le rivisitazioni funamboliche di classici rock: “Ho scritto al suo manager: incontriamoci su Raiuno e confrontiamoci con il Primo Capriccio di Paganini. E vediamo se veramente David è il più veloce del mondo. Non mi ha mai risposto“.

Alessandro nel  2018 è  stato premiato a Montecitorio come “Miglior Eccellenza Italiana nel Mondo 2017” per la Musica.

“La musica che ti rende felice è quella che ti fa piangere. Rievoca nella mente ciò che il cuore persevera nel tempo, perché anche la tristezza più grande la si esprime sempre con un sorriso.” A.Q.

Il 22 febbraio 2019 uscirà per il mercato italiano “Alessandro Quarta plays Artur Piazzolla” (Incipit Records), primo disco con sonorità jazz registrato in 3D in Germania.

Montecitorio: Miglior Eccellenza Italiana nel Mondo” per la Musica

Riportiamo un commento pubblicato sul suo profilo pubblico su Facebook all’indomani di una  sua intervista:

QUELLO che NON è stato SCRITTO:
“La mia Personal Manager è Mariarita Napoli dal 2016, con lei è cambiata la mia vita professionale raggiungendo livelli che mai avrei pensato di raggiungere, faccio un esempio: Roberto Bolle, l’Arena di Verona, su RaiUno con il mio “Dorian Gray” nello show “Danza con Me” visto da quadi 5 milioni di telespettatori, Caracalla a Roma, Concerto al Museo del Violino a Cremona, Dee Dee Bridgwater, Mike Stern, James Taylor, etc etc…, questo per citare alcuni dei palchi Prestigiosi e nomi Internazionali che grazie ad una persona competente di Altissimo Livello come lei poteva farmi raggiungere, facendo di tutto per farmi avere poi come General Manager l’immenso FILIPPO RASPANTI (Manager amato e Conosciuto in tutto il mondo per aver creato grandi Artisti Italiani come Biagio Antonacci e aver condotto la Professione di nomi come Zucchero, Bocelli, Zucchero con Miles Davis e tanti tanti altri, mai avrei pensato di avere la stima di un General Manager così.”

Non SEMPRE purtroppo viene scritto sui Giornali ciò che viene detto nell’intervista, l’ho aggiunto io adesso pubblicamente perché il Merito va Conferito sempre, anche se Mariarita Napoli non le piace essere in prima linea (soprattutto pubblicamente), io amo dare il Merito a chi Merita, perché la Meritocrazia va Premiata.

Dal sito ufficiale del violinista la sua biografia

Acclamato dalla CNN nel 2013 come “Musical Genius”.

Premiato nel 2018 a Montecitorio come “Miglior Eccellenza Italiana nel Mondo” per la Musica.

Successo Strepitoso per il brano “Dorian Gray” che Alessandro ha Composto, Arrangiato ed Eseguito live in Prima Mondiale con “Roberto Bolle” con cui si è esibito concludendo la scaletta del tour Roberto Bolle & Friends 2018 in Arena di Verona, Caracalla a Roma, Teatro Carlo Felice di Genova, Pala De Andrè a Ravenna e P.zza S.maAnnunziata a Firenze. Premiato nel 2018 a Montecitorio come “Miglior Eccellenza Italiana nel Mondo” per la Musica.

L’1 gennaio 2019 per lo show su RaiUno “Danza con Me” di Roberto Bolle si è esibito davanti a 5 milioni di telespettatori proprio con il Dorian Gray ottenendo il punto più alto di share.

Indimenticabile la sua apertura del Concerto del Primo Maggio a Roma in diretta Rai nel 2015 per violino solo.

Violinista, Polistrumentista e Compositore (ha partecipato a scritture di musica inedita per film della Walt Disney), Alessandro è cresciuto con i più grandi direttori al mondo ricoprendo ruoli come Violino di Spalla di fronte a nomi del calibro di L. Maazel, E. Inbal, C. Dutoit, M. Rostropovich, M.W. Chung, G. Pretre, Z. Metha, effettuando tournèe come spalla in Europa, America, Cina, Giappone, Medio Oriente, suonando nelle più prestigiose sale del mondo.

Approda nel Parco della Musica come solista in duo con Sunhee You per il Festival Internazionale “Musica per Roma”.

Violinista, Arrangiatore e Solista con nomi quali Solisti dei Berliner Philharmoniker, Carlos Santana, Lucio Dalla, Mark Knopfler, Boy George, Dionne Warwick, Lionel Richie, Celine Dion, Liza Minnelli, Joe Cocker, Lenny Kravitz, Jovanotti, Amy Stewart e molti altri..

Adesso collabora in progetti internazionali insieme a Dee Dee Bridgewater, Mike Stern, James Taylor, Toquinho, Sarah Jane Morris, Gino Vannelli, Regina Carter, Pablo Ziegler.

Dopo il successo dei suoi primi due dischi One More Time (2010) e soprattutto quello autobiografico “Charlot” (2014) , nel 2018 presenta il suo tributo ad Astor Piazzolla:

“Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla” un album candidato Grammy e primo disco con sonorità Jazz registrato in 3D in Germania. Senza alcun effetto aggiunto, la versione stereo riproduce la sala di registrazione quasi in tre dimensioni e crea un’atmosfera dal vivo che raramente viene ascoltata in modo convincente su un materiale sonoro.

Un Album in Co-produzione con la IAN-Immersive Solution Audio in Germania. Il Tango di Piazzolla arrangiato da Alessandro, con tutta la raffinatezza degli arrangiamenti e il ritmo elettrizzante, è presentato dallo stesso maestro nei palcoscenici internazionali magnificamente sempre sold out.

Un disco che già s’annuncia come una rara perla nel firmamento musicale contemporaneo per contenuti e per forma: è il primo disco di jazz 3D al mondo.

Infatti, per quanto attiene il formato, il disco si ritaglia una spazio di particolare pregio, tanto da essere candidato al Grammy; l’album include un Pure Audio Blu-Ray con registrazioni HiRes e Immersive (multi-canale) e un classico CD stereo per tutti i lettori che non riescono a riprodurre Blu-Ray.

Il particolare suono tridimensionale avvolge l’ascoltatore nell’universo del compositore argentino; 16 brani magistralmente interpretati, arrangiati e rielaborati da Alessandro Quarta.  Suona un Giovanni Battista Guadagnini del 1761.

Commenta con Facebook

Notizie su Fernando Filomena

Fernando Filomena
Direttore della testata on-line La Voce di Maruggio web development e giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei giornalisti e pubblicisti dell’ Emilia Romagna. Iscritto all'Associaziaone Stampa Reggiana“G. Bedeschi”. La sua occupazione principale è quella di responsabile di procedure informatiche nel settore giurilavoristico. Ha creato SosPaghe.it, sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro molto apprezzato a livello nazionale dagli addetti ai lavori. Attualmente vive e lavora a Reggio Emilia ma conserva un forte legame con la sua Terra dove torna ogni volta che gli impegni di lavoro glielo consentono, questa testata giornalistica ne è la prova. E’ webmaster della testata on-line La Voce di Manduria fondata insieme a Nazareno Dinoi direttore e giornalista pubblicista.

Leggi anche

Maxi operazione della Guardia Costiera a tutela dell’ambiente

TARANTO – I militari della Guardia Costiera di Taranto, alle dipendenze del Comandante Giorgio CASTRONUOVO, …