giovedì 28 Ottobre, 2021 - 3:09:30

SAVA (Ta) – Preparavano una rapina a mano armata in una gioielleria. Arrestati tre giovani incensurati

Sava preparavano rapina a mano armata in gioelleriaSAVA (TA) –  Nella serata di ieri, i carabinieri della Stazione di Sava, hanno tratto in arresto per tentata rapina a mano armata in concorso, tre giovani incensurati brindisini, rispettivamente di 20, 21 e 22 anni. Gli arresti sono maturati grazie alla sinergia fra i Carabinieri del Comando Stazione di Sava e la cittadinanza.

Tutto aveva inizio nella mattinata di ieri, quando due giovani distinti si erano presentati all’interno di una gioielleria ubicata nel centro di Sava, con l’intento di acquistare dei regali.

Gli stessi, fingendo di non conoscersi, si erano presentati all’interno dell’esercizio commerciale a distanza di qualche minuto l’uno dall’altro, sostenendo di voler acquistare, rispettivamente, un punto luce ed un orologio da polso da donna da regalare in occasione delle imminenti festività natalizie alle rispettive fidanzate. Dopo aver visionato alcuni preziosi, entrambi si allontanavano dal negozio quasi contemporaneamente. La commessa,  insospettita dall’atteggiamento dei due, informava dell’accaduto i Carabinieri della locale Stazione che, giunti presso la gioielleria, dopo aver visionato ed acquisito i filmati registrati dall’impianto di videosorveglianza, appuravano numerosi elementi che inducevano a far credere come i due fossero in procinto di organizzare una rapina.

Difatti alle successive ore 17.00, poco dopo l’apertura della gioielleria, si ripresentava alla porta uno dei due giovani in questione: la titolare, rimandato indietro il giovane con una scusa, riusciva a  richiedere l’intervento dei militari della Stazione del luogo che intercettavano la Fiat Punto a bordo della quale viaggiavano i tre malviventi che, invano, avevano tentato di dileguarsi. All’esito della perquisizione personale e veicolare i militari operanti rinvenivano nella disponibilità dei giovani nove fascette in plastica da elettricista, una pistola scacciacani modificata, sacchetti in plastica telata, in pratica un perfetto “kit” con tutto l’occorrente per perpetrare una rapina ed eventualmente immobilizzare le vittime.

Anche l’autovettura, risultata di proprietà della madre di uno dei tre, presentava una targa con codice alfanumerico alterato, tutto idoneo ad eludere eventuali successivi controlli.

I tre, al termine degli accertamenti, sono stati arrestati per tentata rapina aggravata e collocati agli arresti domiciliari come disposto dal Pm Dott.ssa Lucia Isceri.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fragagnano: arrestato pregiudicato di nazionalità marocchina resosi responsabile di rapina aggravata nei confronti della propria convivente

Nel corso della serata del 22 ottobre 2021, i militari della Stazione Carabinieri di Fragagnano …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.