lunedì 30 Novembre, 2020 - 8:35:28

Studenti UniSalento aprono dibattito sul Medio Oriente con Warschawski

CS YouthMed - Università del Salento

Si è tenuto oggi a Lecce, presso l’edificio Codacci­Pisanelli dell’Università del Salento, un incontro dal titolo “​Vicino Oriente, la caduta delle frontiere: La Fine della Spartizione Colonia con l’intellettuale giornalista M​ichel Warschawski, ​ attuale presidente dell’A​lternative Information Center di Gerusalemme.

L’incontro degli studenti Unisalento, approvato dal Consiglio degli Studenti è il primo di un ciclo di seminari, organizzato da YouthMed e Intermore con la collaborazione della scrittrice e giornalista C​inzia Nachira d​ella rivista Jura Gentium.

“Il progetto nasce dalla volontà degli studenti di approfondire i temi del Mediterraneo e comprendere meglio le vicende arabe, dalle “guerre civili” ai movimenti di liberazione nazionale, analizzando le strategie che il mondo occidentale ha ­consapevolmente­ giocato dai primi ruoli di spartizione coloniale alle nuove responsabilità umanitarie“ dichiara Gabriel Mileti, presidente dell’Associazione Intermore.

Michel Warschawsky è famoso, oltre che per i suoi scritti (“Israele­Palestina, la sfida binazionale; “A precipizio: la crisi della società Israeliana”) per la sua dura lotta interna alla società Israeliana; ebreo di nascita, marxista di formazione e teorico dell’eguaglianza, egli si approccia in maniera critica e diretta, analizzando gli errori del passato e proponendo nuove soluzioni per il futuro, in un linguaggio interdisciplinare capace di coinvolgere chiunque.

Nel dibattito sviluppatosi co gli studenti Unisalento, è emerso soprattutto quale sia il ruolo dell’Organizzazione Alternative Information Center all’interno della questione israelo­palestinese. L’ospite ha sottolineato che dall’ultimo risultato elettorale è nata la ragionevole speranza che la nuova generazione politica palestinese possa risvegliare le coscienze e alimentare la dinamica del movimento contro la guerra, presupposto fondamentale per dare finalmente pace, coesione, stabilità politica e sociale alla regione.

“Siamo orgogliosi di essere riusciti a portare nell’Università del Salento un intellettuale di fama internazionale come M​ichel Warschawski, perchè ci ha permesso di approfondire le dinamiche politiche e geopolitiche della Palestina e del suo popolo martoriato da due fuochi: quello del nemico sionista e quello del fondamentalismo Islamico tra Hamas ed ISIS” dichiara Enrico Pulieri,​Vicepresidente dell’Associazione Internazionale Y​outhMed.

Questo incontro con gli studenti UniSalento rientra nelle attività che YouthMed porta avanti all’interno della rete delle 94 Università afferenti al Network UNIMED ­ Unione delle Università del Mediterraneo. Ormai dal 2012, l’Associazione è impegnata in diversi Paesi del Mediterraneo per favorire la conoscenza, la comprensione e il dialogo interculturale e interreligioso attraverso programmi di mobilità e cooperazione tra i giovani attivisti, studenti e ricercatori.

Crediamo che sia di fondamentale importanza continuare a sviluppare queste iniziative nella Città di Lecce, la quale rappresenta non solo geograficamente ma anche culturalmente, il ponte sul Mediterraneo, infatti, stiamo già lavorando per dare vita ad un possibile incontro di mobilità internazionale proprio a Lecce nella prossima estate.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Lo sfogo: questa è la parte (poco umana) di Maruggio che non mi piace

Cari amici, a Maruggio è sempre festa! Nonostante la pesante cappa che sta sulla nostra …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.