venerdì 30 Ottobre, 2020 - 16:46:21

Sulla splendida spiaggia di Cirella a Diamante (CS), ombrellone e sedia per far riposare i “vu cumprà “

1899860_10204406894482209_7263326777067503386_oCOSENZA – Un ombrellone e una sedia, una piccola area di sosta per riposarsi un po’e ripararsi dal sole cocente. La postazione èdedicata esclusivamente agli immigrati che fanno i venditori ambulanti sulla spiaggia, carichi di ogni mercanzia. L’idea di offrire ristoro ai commercianti stranieri che fanno chilometri ogni giorno sui nostri litorali è di Rinaldo Aramini, titolare del “Lido verde” sulla splendida spiaggia di Cirella a Diamante (Cosenza). Sulle coste calabresi, da molti anni ormai, si è abituati a vedere uomini, donne e anche bambini che vendono di tutto. Infagottati di roba fino all’inverosimile, fanno una fatica immane pur di guadagnare qualche soldo. “È un lavoro pesante, camminare sulla spiaggia carichi di roba e sotto un sole cocente, e capita spesso di vedere queste persone accasciarsi sulla sabbia – dichiara Rinaldo Aramini – in tanti vengono spesso al chiosco del lido per chiedere un bicchiere d’acqua. Noi del lido li abbiamo sempre accolti e ristorati ma, quest’anno, mi è venuta anche l’idea di creare una postazione apposta per loro”.

Aramini aggiunge: “L’anno prossimo realizzerò meglio l’area di sosta con una grande tenda munita di materassini e acqua. Per ora, ho piazzato vicino alla riva del mare un ombrellone ed una sedia con una scritta in italiano ed arabo dove invito l’ambulante a fermarsi, riposarsi per una mezz’ora e poi riprendere il suo lavoro”. Il titolare del “Lido verde” sottolinea: “Certo non è tanto ma se lo facessero tutti i lidi e le spiagge attrezzate, per tutte queste persone sarebbe una cosa ottima, renderebbe il loro lavoro meno opprimente per la fatica quotidiana da affrontare e darebbe un bel messaggio di solidarietà a tutta la comunità”.

I turisti e i cittadini che affollano il “Lido verde” hanno molto apprezzato l’idea di Aramini e lo hanno esortato a continuare anche per il futuro la bella iniziativa. Il commento unanime è stato: “Ogni tanto l’umanità non va in vacanza”. (msc)

FONTEwww.redattoresociale.it

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La Polizia di Taranto salva un 15enne vittima di bullismo, voleva suicidarsi

I poliziotti della Sala Operativa di Taranto, hanno ricevuto l’accorata telefonata di una giovanissima ragazza, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.