giovedì 13 Giugno, 2024 - 10:05:32

Un pianoforte al Quartiere Tamburi con “Terra e Mare da salvaguardare”

Proseguono le attività del progetto “Terra e mare da salvaguardare” ideato e promosso dalla capofila Associazione Culturale e di volontariato “Marco Motolese”.

Grazie a questo progetto per la prima volta è stato possibile acquisire un pianoforte per la Biblioteca Marco Motolese al Quartiere Tamburi, un presidio di cultura e legalità in questa zona della città, la più vicina al siderurgico e martoriata dall’inquinamento.

Nel recente passato ladri avevano rubato gran parte degli arredi e delle attrezzature della Biblioteca Marco Motolese, riacquistati e oggi arricchite con questo nuovo pianoforte.

Il pianoforte è stato inaugurato nel corso di una serata tenutasi in occasione della Giornata mondiale degli oceani, una manifestazione all’insegna del Mare e della Musica con protagonisti i ragazzi degli Istituti comprensivi “Vico-De Carolis” e “Giusti-Galilei” di Taranto – due partner del progetto – e “Francesco Giacomo Pignatelli” di Grottaglie.

Gli studenti stanno frequentando i laboratori musicali – corali e strumentali – del progetto “Terra e mare da salvaguardare” tenuti dai docenti Chiara Blandamura (Violino), Armando Donatelli (Pianoforte), Palma di Gaetano (Flauto), attività ormai entrate nel vivo.

Una delle idee alla base del progetto, infatti, è quella della conoscenza della bellezza e, quindi della salvaguardia, del nostro Mare attraverso le Arti: Pittura, Musica e Poesia.

Protagonisti della serata, mirabilmente condotta dalla prof Alma Di Gaetano, sono stati gli studenti-musicisti della Vico-De Carolis” e “Giusti-Galilei” che hanno accolto gli alunni di flauto, violino e pianoforte dell’ I.C. “F. G. Pignatelli” di Grottaglie, accompagnati dai docenti Prof.sse Gabriella Pastore e Ivana Capone.

I giovani musicisti si sono esibiti, come solisti e in ensemble, di fronte ad un numeroso pubblico, tra cui tanti genitori visibilmente emozionati; tutti i partecipanti sono stati coinvolti in un gioioso finale cantato e suonato sulle note de “Azzurro” e “Blu dipinto di blu”, due brani perfettamente in tema con il progetto!

Il progetto “Terra e mare da salvaguardare” vede la collaborazione del Club per l’UNESCO di Taranto: non a caso per questa prima performance è stata scelta la Giornata mondiale degli Oceani istituita per diffondere consapevolezza sull’importanza della tutela degli ecosistemi marini.

Introducendo la serata Carmen Galuzzo Motolese, presidente Associazione “Marco Motolese”, ha sottolineato che «celebrare la conoscenza la bellezza e la ricchezza dei nostri mari è il fulcro di “Terra e mare da salvaguardare”, un progetto che intende sensibilizzare i ragazzi, le famiglie e le istituzioni sulla necessità di proteggerli dalle minacce antropiche».

«Educhiamo i nostri giovani – ha poi detto Carmen Galluzzo – ad avere cura del mare: famiglia e scuole insieme possono riuscire in questa sfida evitando di ripetere gli errori del passato»

Il progetto “Terra e mare da salvaguardare” è ideato e promosso dalla Associazione Culturale e di volontariato “Marco Motolese”, capofila, con partner l’Associazione ArmoniE ODV e gli Istituti Comprensivi “Galilei-Giusti” e “Vico-De Carolis”, con il patrocinio del Comune di Taranto, la collaborazione del Club per l’Unesco di Taranto e con media partner Ora Quadra

Il Progetto è sostenuto dal Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel Terzo Settore (artt. 72 e 73 n. D.Lgs. n. 117/2017) – Avviso PugliaCapitaleSociale 3.0.

 

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.