mercoledì 20 Gennaio, 2021 - 15:36:11

“Un uomo come noi, ma tanto diverso da noi”

Giovanni Guarino

Nella giornata di DOMANI (sabato 4 aprile) il cartellone del Mysterium Festival 2015  propone, con ingresso libero e gratuito, “Un uomo come noi, ma tanto diverso da noi”, un’azione scenica sulla passione di Cristo.
La performance, l’evento finale di un Laboratorio urbano condotto da Giovanni Guarino, si terrà in Arcivescovado con due rappresentazioni: alle ore 20.00 e alle ore 21.00.
L’azione si sviluppa in varie fasi: nella prima dodici attori, che indossano una maschera, rappresenteranno in sei forme plastiche il “male”, ovvero la degenerazione dell’umanità, come lo stupro o la guerra, un momento che sarà sottolineato da musica “dura” heavy metal, con il cui sottofondo alla fine entrerà in scena Lucifero per rappresentare il trionfo del Male.
In seguito la musica diventerà paradisiaca ed entrerà Cristo che vincerà il Male; con i dodici attori in piedi, Gesù ungerà ognuno di questi che si toglierà subito la maschera, tutti tranne uno, Giuda, al quale sarà lo stesso Cristo a levare la maschera; secondo la visione di Giovanni Guarino, infatti, Giuda non è un “colpevole”, quanto piuttosto una vittima ignara di questo momento storico: senza il suo tradimento, infatti, la passione non avrebbe potuto avere inizio!
A seguire, dietro un telo bianco con una luce che mostrerà al pubblico solo le ombre, gli attori proporranno tutte le scene della passione di Cristo, partendo dall’orto dei Getsemani, fino alla resurrezione, passando anche dalla via crucis e dalla crocifissione. Ognuna di queste scene sarà illustrata” al pubblico da Gesù in vernacolo tarantino, mentre come sottofondo musicale ci sarà la meravigliosa colonna sonora composta da Peter Gabriel per il film “L’ultima tentazione di Cristo” di Martin Scorzese.
Nella scena finale, dopo la resurrezione, gli attori, nuovamente con le maschere in volto, si presenteranno al pubblico con in sottofondo la canzone “Dio è morto” di Francesco Guccini.

Il Mysterium Festival 2015 è una manifestazione organizzata dal Comune di Taranto e dalla Curia Arcivescovile di Taranto, in partenariato con Regione Puglia e Confindustria Taranto, e con il coordinamento dell’Orchestra ICO Magna Grecia di Taranto e Matera.
Contribuiscono alla sua realizzazione anche altri “attori” istituzionali e privati del territorio tarantino, tutti insieme in un grande sforzo corale per la realizzazione di un festival che intende rappresentare, a favore dei turisti presenti a Taranto nel periodo pasquale, una articolata offerta artistica e culturale in grado di creare una cornice che impreziosisca ulteriormente gli splendidi Riti della Settimana Santa di Taranto (programma www.mysteriumfestival.it).

Infatti collaborano alla sua realizzazione anche MIBACT, Le Corti di Taras, Fondazione per la cultura Taranto, Scorpione Editrice, Puglia Promozione, Interfidi, Camera di Commercio di Taranto, ConfCommercio Taranto, ANCE, Politecnico di Bari (Sezione di Taranto), Conservatorio statale “Duni” di Matera, Associazione Panificatori della Provincia di Taranto, Centro Servizi Volontariato di Taranto, Nuovo Dialogo.
Inoltre, sostengono Mysterium Festival 2015 UBI Banca Carime, Elisir San Marzano Borsci, Programma Sviluppo, COMES Group, MEPIT Mitsui E&P Italia B, Chemipul Italia, Total, Shell, Banca di Credito Cooperativo di San Marzano e Andriani Boutiques Taranto.

Ufficio stampa Orchestra ICO Magna Grecia

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Centenario del PCI, una pagina di microstoria di Fiorella Lomartire

Riceviamo e pubblichiamo questo articolo di  una nostra lettrice. Desidero raccontare, molto semplicemente, alle nuove …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.