domenica 19 Gennaio, 2020 - 18:27:24
Home > Attualità > Un viaggio otreoceano e oltre il tempo per i liceali del De Sanctis Galilei di Manduria

Un viaggio otreoceano e oltre il tempo per i liceali del De Sanctis Galilei di Manduria

In occasione delle giornate FAI d’autunno, il 28 Novembre 2019, è stato possibile visitare nel capoluogo ionico l’Istituto di Ricerca delle Acque (IRSA), più noto come Istituto Talassografico “Attilio Cerruti” dal nome del suo fondatore, un sito di straordinaria rilevanza culturale per la città di Taranto e non solo.

Protagonisti della visita sono stati i ragazzi della III A, III B, IV B dell’indirizzo classico del liceo “De Sanctis-Galilei” di Manduria, accompagnati dai docenti Ardito Giovanna, Candida Maria Carmela, Moscogiuri Rosanna e Mileti Anna, che non si sono lasciati sfuggire l’opportunità di visitare anche il vicino Museo Archeologico Nazionale “MArTA”.

Durante la prima visita, gli studenti sono stati accolti da giovani apprendisti ciceroni della fondazione FAI (Fondo Ambiente Italiano), che li hanno introdotti alla storia e all’architettura della struttura. Successivamente i ragazzi hanno potuto osservare, anche al microscopio, i batteri e gli organismi, indigeni e non, che abitano il Mar Piccolo di Taranto e le migrazioni di alghe nocive, testimoni del riscaldamento delle acque, che distruggono l’originario ecosistema tarantino. Inoltre una breve conferenza finale ha aperto gli occhi ai liceali su altri nuovi ospiti, tanto presenti nei nostri mari quanto dannosi: plastiche e microplastiche, che con il tempo si sbriciolano senza però mai sparire del tutto e che sono destinate spesso ad essere ingoiate da quegli stessi pesci, crostacei e molluschi che arrivano, poi, sulle nostre tavole.

Terminato questo viaggio nel mondo marino attuale, l’attenzione si è spostata sulla terra di più di 2400 anni fa. Gli studenti, infatti, sono stati immersi nel mondo greco e romano che caratterizza il loro indirizzo di studi: hanno osservato affascinanti ori, ceramiche, monili, mosaici pavimentali e statue. Hanno, poi, concluso il percorso con la visita alla celebre tomba dell’atleta di Taranto, distintosi nei giochi panatenaici e, in particolare, nella disciplina del Pentathlon.

Alla fine di questa esperienza entusiasmante, oltre alla consapevolezza del deterioramento del pianeta i liceali manduriani hanno raggiunto concordi la volontà di perseguire l’obiettivo diffuso e sinergico di impegnarsi a costruire insieme un futuro sostenibile, all’altezza del passato.

Antermite Alessia, Dimonopoli Teresa, Franzoso Elena, Polimeno Irene, Resta Giulia.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Il romanzo “sottosuolo” di Pierfranco Bruni: Sul davanzale delle parole a Firenze

A parte la nobilissima carriera culturale che lo contraddistingue, Pierfranco Bruni è una bella persona …