venerdì 01 Marzo, 2024 - 23:00:46

Un’Esperienza Culturale di Successo alla Masseria del Sale

MASSERIA DEL SALE MOSTRA
MASSERIA DEL SALE MOSTRA

Ho avuto la fortuna di visitare la straordinaria mostra fotografica e libraria intitolata “Paese Nostro tra nostalgia, coprofagia e rinascimento“, organizzata con passione da Maria Grazia Destratis e Tonino Filomena. Dopo il successo iniziale a Maruggio, l’esposizione è stata trasferita al prestigioso ristorante la Masseria del Sale, arricchendo ulteriormente l’esperienza.

La decisione di spostare la mostra in questo rinomato luogo si è dimostrata vincente. L’atmosfera unica del ristorante ha conferito un tocco di eleganza e raffinatezza all’affascinante esposizione artistica, valorizzando le opere di Destratis e Filomena in modo straordinario.

Attualmente aperta fino al 28 dicembre, la mostra offre un’opportunità imperdibile per immergersi nelle emozionanti esplorazioni visive e letterarie che caratterizzano il Paese. Le immagini e le parole degli autori coinvolgono profondamente il pubblico, creando una connessione tangibile con le storie di nostalgia, coprofagia e rinascita.

La Masseria del Sale fornisce il contesto ideale per un’esperienza culturale e artistica, con spazi espositivi accuratamente allestiti e un’atmosfera accogliente che rende la visita ancora più piacevole. Il personale del ristorante si è dimostrato cortese e disponibile, contribuendo a rendere l’evento memorabile.

In sintesi, la mostra presso la Masseria del Sale sta riscuotendo un grande successo, offrendo un’esperienza straordinaria che fonde arte, cultura e gastronomia in modo eccezionale. Consiglio vivamente di visitare questa esposizione unica per immergersi nelle suggestioni di “Paese Nostro” e godere di un’atmosfera straordinaria presso la Masseria del Sale.

Pierfranco Bruni

Facebook Comments Box

Notizie su Pierfranco Bruni

Pierfranco Bruni
E' nato in Calabria. Ha pubblicato libri di poesia (tra i quali "Via Carmelitani", "Viaggioisola", "Per non amarti più", "Fuoco di lune", "Canto di Requiem", "Ulisse è ripartito", "Ti amero' fino ad addormentarmi nel rosso del tuo meriggio"), racconti e romanzi (tra i quali vanno ricordati "L'ultima notte di un magistrato", "Paese del vento", "Claretta e Ben", "L'ultima primavera", "E dopo vennero i sogni", "Quando fioriscono i rovi", "Il mare e la conchiglia") La seconda fase ha tracciato importanti percorsi letterari come "La bicicletta di mio padre", "Asma' e Shadi", "Che il Dio del Sole sia con te", "La pietra d'Oriente ". Si è occupato del Novecento letterario italiano, europeo e mediterraneo. Dei suoi libri alcuni restano e continuano a raccontare. Altri sono diventati cronaca. Il mito è la chiave di lettura, secondo Pierfranco Bruni, che permette di sfogliare la margherita del tempo e della vita. Il suo saggio dal titolo “Mediterraneo. Percorsi di civiltà nella letteratura contemporanea” è una testimonianza emblematica del suo pensiero. È presidente del Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”. Ricopre incarichi istituzionali inerenti la promozione della cultura e della letteratura. Ha ricevuto diversi riconoscimenti come il Premio Alla Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri per ben tre volte. Candidato al Nobel per la Letteratura. Presidente Commissione Conferimento del titolo “Capitale italiana del Libro 2024“, con decreto del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano del 28 Novembre 2023.