mercoledì 27 Gennaio, 2021 - 8:37:27

uomini, mezz’uomini, ominicchi, pigliainculo e quaquaraquà…

 

Gli “uomini” sono persone di intelletto superiore, che non hanno paura delle conseguenze del loro operato, che nel bene o nel male si assumono le loro responsabilità. Generalmente nel loro agire perseguono vantaggi per sé stessi e per il prossimo, senza creare danno ad alcuno.

I “mezzi uomini” dipendono dai primi. Non hanno le doti e le capacità morali dei primi, ma almeno non fanno danni e sono ancora in grado di assumersi certi impegni. Non sanno volare come le aquile, ma sanno fare anche il bene.

Gli ultimi, i “quaquaraquà” sono caratterizzati da assenza o scarsità di senso morale, in cui non credono. Approfittano di tutti gli eventi che si offrono per trarre vantaggi a se stessi. Non si peritano di danneggiare il prossimo. Sfuggono alle proprie responsabilità. Se pensano di aver subito un torto, si vendicano spietatamente anche a costo di coinvolgere se stessi nelle conseguenze nefaste della vendetta. Sciascia li assimila ad un branco di oche che impettite e tronfie si muovono nel pantano di una vita che per essi va bene così ed è voluta così.

« Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà… Pochissimi gli uomini; i mezz’uomini pochi, ché mi contenterei l’umanità si fermasse ai mezz’uomini… E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi…E ancora più giù: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito… E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre… Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo… »

(don Mariano Arena al capitano Bellodi) da “il giorno della civetta” L. Siascia

IL GRAFFIO2

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Nasce a Manduria la sede locale Codacons, a guidarla sarà l’Avv. Casto

  Apre a Manduria la sede locale Codacons (Associazione di Consumatori per la tutela dell’ambiente …