martedì 11 Maggio, 2021 - 22:44:54

Angelo Prontera: “la misura è colma, anzi stracolma, e che la pazienza e l’apertura di credito in termini di buona fede è scaduta”

394459_3066807307422_1679998646_nCi è pervenuta una lettera aperta indirizzata al sindaco di Maruggio Alfredo Longo scritta da Angelo Prontera consigliere comunale di “Maruggio Democratica” del comune di Maruggio.  La pubblichiamo integralmente.

AL SINDACO-PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MARUGGIO
In questi quasi due anni di consiliatura comunale abbiamo cercato di non ricorrere subito a “carta e penna o a carte bollate” per proporre, suggerire invitare, pregare l’amministrazione comunale a correggere alcuni malvezzi. Ci hanno detto più volte, anzi, il sindaco-presidente non ha perso occasione per tacciarci di essere oppositivi, oppositori, divisivi, comunisti (io personalmente non ho mai avuto la tessera al partito comunista, se non altro per ragioni anagrafiche, ma altri membri della stessa maggioranza del sindaco pare che l’abbiamo avuta, eccome, salvo poi andarsi a sedere con un sindaco PDL!) e cose di questo genere.
Stamane come di consueto mi è stata recapitata contestulmente la convocazione della riunione dei capigruppo consiliari e quella del consiglio comunale (dopo tre giorni) per discutere di argomenti che reputo importanti per la nostra comunità e per lo sviluppo del nostro territorio e delle nostre ATTIVITÀ PRODUTTIVE.
NONONSTANTE abbiamo invitato il sindaco-presidente a NON convocare la “preliminare e propedeutica” commisisone dei capigruppo consiliari a consiglio comunale già convocato (quindi a cose già fatte e decise), si continua a fare orecchio da mercante. Probabilmente non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire o ascoltare le proposte che non vengano dai banchi della sua maggioranza (solo elettorale!).
Ma vista l’importanza degli argomenti (vedi REGOLAMENTO CHIOSCHI che ormai da anni sta per essere discusso eapprovato, quanto lo stesso sindaco era assessore a Campomarino!!!), sarebbe una iattura se venissero coinvolti cittadini e realtà associative del territorio, prima dell’approvazione in consiglio comunale?
Ma oltre al modo sprezzante di considerare i gruppi consiliari anche la BEFFA: all’ultimo punto della convocazione dei gruppi consiliari, udite udite è pure scritto: “Definizione ordini del giorno e convocazione prossimo consiglio comunale”!!!
Pardon, ho esagerato, non sono stati convocati CONTESTULMENTE riunione capigruppo e consiglo comunale, la convocazione è avvenuta alla “SMERSA“: prima il consiglio e poi la riunione capigruppo! COSÌ SI USA nei paesi governati dai “Gran consigli” che ricordano altre epoche e non nei consigli comunali.
Che confusione, anzi che tristezza: si confonde l’antecedente con il conseguente, la causa con l’effetto!
Caro sindaco-presidente, non abbiamo l’anello al naso e se tu e i tuoi seguaci avete deciso di suonarvela e cantarvela da soli (perché non oso pensare che sia tutta farina di un uomo solo al comando!), cantatevela e suonatevela TUTTI insieme (magari ricorrendo alla propaganda a carico dei cittaini-contribuenti!).
E se proprio non sopportate confrontarvi con chi è “diversamente” consigliere comunale, se proprio non riuscite ad uscire dal vostro patetico orticello, se proprio non riuscite ad uscire dalla vostra “fortezza vuota”, allora buttate giù la maschera che contraddistingue i PERSONAGGI in cerca d’autore e non certamente le PERSONE.
E non ve ne venite con la solita cartuccella che “dovete fare PER” i cittadini o che non c’è tempo.
Perché talvolta si ha il dovere di “fare CON” i cittadini, non esistendo né in politica né nella pubblica amministrazione la delega in bianco, né tantomeno la forza dei numeri sulle idee e sul rispetto istituzionale, oltrechè personale.
Allora sappiate che la misura è colma, anzi stracolma, e che la pazienza e l’apertura di credito in termini di buona fede è scaduta.
Perché come diceva il “buon” Andreotti «pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca!».
A intelligenti pauca. Forse!

Angelo Prontera

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione de La Voce di Maruggio.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Estratti dal web. Più rispetto per i negri - Marcello Veneziani

Estratti dal web. Più rispetto per i negri – Marcello Veneziani

Ieri mi ha fermato un africano per vendermi qualcosa e mi ha detto “Fratello bianco”. …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.