mercoledì 20 Gennaio, 2021 - 13:41:37

GUARDIA DI FINANZA: BLOCCATO UN GOMMONE CARICO DI MARIJUANA. ARRESTATI I DUE SCAFISTI.

L’imbarcazione sospetta è stata intercettata, sabato sera, al largo delle coste salentine, dalle unità aeronavali degli assetti della Guardia di Finanza impegnate nell’operazione “THEMIS 2018” e dell’Agenzia FRONTEX coordinata, a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre (I.C.C.) istituito presso il Comando Operativo Aeronavale Guardia di Finanza di Pratica di Mare (RM) e in Puglia, dal Gruppo Aeronavale Guardia di Finanza di Taranto.

In particolare, alle 18.30 circa di sabato scorso, i finanzieri di due vedette veloci del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari intercettavano un potente gommone carico di colli di sostanza stupefacente, abilmente occultati sotto un telone plastificato. Dopo un tentativo di fuga verso terra dei trafficanti, i Finanzieri riuscivano a fermarne la corsa e abbordavano il natante nonostante le pessime condizioni meteo marine. A bordo del gommone, le Fiamme Gialle accertavano la presenza di numerosi involucri tipicamente utilizzati per trasportare marijuana.

Il mezzo utilizzato per l’illecito traffico, un gommone lungo 7 metri circa, con un motore fuoribordo da 200 CV e uno ausiliario, veniva sequestrato e condotto agli ormeggi della Sezione Operativa Navale Guardia di Finanza di Otranto (LE).

Gli scafisti, S.K. di 45 anni, e S.F. 34 anni, entrambi di nazionalità albanese, venivano arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

La marijuana sequestrata dai finanzieri era confezionata in numerosi colli di varie dimensioni, per un peso complessivo di oltre 500 kg, che al mercato clandestino avrebbe fruttato al dettaglio circa 5 milioni di euro.

Attivata anche in questa circostanza la ormai stabile collaborazione operativa con le Autorità di polizia albanesi, tramite il Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo e l’Ufficio di Collegamento della Polizia Albanese in Italia.

La perfetta sinergia tra la componente aeronavale del Corpo, compresi gli assetti del Comando Operativo Aeronavale di Pomezia che coordina le operazioni Frontex in Italia, ed i Reparti territoriali pugliesi, sta consentendo, grazie ai proficui rapporti di collaborazione esistenti con le varie Procure della Repubblica, di contrastare efficacemente i sodalizi criminali che gestiscono i traffici illeciti via mare.

L’operazione aeronavale della scorsa notte, conclusa anche con le pessime condizioni meteo marine dalle unità aeronavali delle Fiamme Gialle, è l’ulteriore conferma dell’efficienza del dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “polizia del mare”, a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso le coste nazionali e dell’Unione Europea.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Centenario del PCI, una pagina di microstoria di Fiorella Lomartire

Riceviamo e pubblichiamo questo articolo di  una nostra lettrice. Desidero raccontare, molto semplicemente, alle nuove …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.