mercoledì 28 Ottobre, 2020 - 3:54:49

Ilva – Sequestrato Altoforno 2 dopo la morte dell’operaio martinese

altoforno-Ilva2
photo luca zennaro
La procura di Taranto ha disposto il sequestro preventivo senza facoltà d’uso dell’Altoforno 2 dell’Ilva, il reparto in cui l’8 giugno scorso è stato investito da un getto di ghisa incandescente il 35enne operaio Alessandro Morricella, morto a Bari dopo quattro giorni per le gravi ustione riportate sul novanta per cento del corpo. Custode dell’impianto, a quanto si è appreso, sarà Barbara Valenzano, già custode giudiziario degli impianti dell’area a caldo nominata dal gip Patrizia Todisco nell’inchiesta sfociata nell’arresto dei vertici dell’Ilva. Inizialmente i tecnici dello Spesal (Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Asl) avevano imposto 60 giorni di tempo all’Ilva per ”adottare tutti i provvedimenti necessari atti ad evitare pericolose esposizioni del personale alle proiezioni di metallo fuso durante le operazioni di colaggio dell’altoforno”. Sono 10 gli indagati per cooperazione in omicidio colposo.

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.