martedì 24 Novembre, 2020 - 15:15:34

Monteparano: Fratricidio per futili motivi. 17enne uccide il fratello di 22 anni

carabinieri-arresto1MONTEPARANO – Alle prime ore del mattino di oggi, i militari della Compagnia Carabinieri di Martina Franca (Ta), congiuntamente a personale del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, hanno tratto in arresto, per il reato di omicidio, un 17enne incensurato di Monteparano (Ta).
Intorno alle 19:40 di ieri  17 ottobre, presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Grottaglie, era stato accompagnato dai parenti M. L., 22enne incensurato di Monteparano, piccolo centro della provincia jonica,colpito da tre ferite di arma da taglio al torace. Il giovane, giunto in condizioni già critiche, è deceduto pochi minuti dopo, a causa della gravità delle lesioni riportate. I militari  hanno dato avvio ad una serrata attività info-investigativa finalizzata a risalire all’autore del reato che, anche in ragione dell’assenza di precedenti della vittima, fin da subito è stato ricercato nell’ambito della sfera relazionale della stessa. E’ subito emerso che il giovane era stato accoltellato, intorno alle 19:00, a Monteparano (Ta), nei pressi dell’officina meccanica del padre. Le successive attività di indagine, proseguite in maniera serrata, hanno consentito poi di accreditare l’ipotesi che l’omicida potesse identificarsi proprio nel fratello 17enne della giovane vittima. Pertanto, è stata avviata una vera e propria caccia all’uomo, articolata mediante un imponente dispositivo di ricerca, che ha visto l’afflusso di circa trenta pattuglie del Comando Provinciale tarantino che hanno dato corpo ad un fitto reticolo di posti di blocco e posti di controllo sulle arterie di accesso a Monteparano e sulle principali strade dei centri contermini. Vistosi braccato, l’autore del reato, che si identifica effettivamente nel 17enne fratello della vittima, si è determinato a consegnarsi ai militari della Stazione di San Giorgio Jonico, ai quali ha confessato di aver accoltellato il fratello, al culmine di una discussione scaturita da futili motivi. Il giovane fratricida, che aveva ancora evidenti tracce di sangue sulla persona e sugli indumenti, è stato quindi arrestato dai Carabinieri, anche sulla scorta di alcune testimonianze che confermavano l’alterco occorso davanti all’officina paterna con il fratello e la sua fuga a piedi, protrattasi per circa due ore durante le quali – come riferito dall’interessato – lo stesso, in stato confusionale, aveva vagato nei vigneti circostanti all’abitato. L’attività di polizia giudiziaria condotta dai Carabinieri, che si è svolta anche mediante accurati rilievi fotografici sul luogo del delitto e sulla persona dell’indagato, a cura della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo dei Carabinieri di Taranto, si è conclusa poi con l’interrogatorio del 17enne da parte del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Minorenni di Taranto, d.ssa Silvia NASTASIA, che ha interrogato l’arrestato il quale, in presenza del legale di fiducia, ha reso piena confessione. Il giovane, dopo le formalità di rito, è stato poi condotto presso il Centro Penitenziario Minorile di Taranto.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Bollettino epidemiologico Regione Puglia del 19 novembre 2020

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.