lunedì 14 Giugno, 2021 - 15:18:04

Muore per un’ischemia. La famiglia dona gli organi.

Muore per un’ischemia. La famiglia dona gli organi.

Una donna tarantina di 61 anni è deceduta a causa di una grave ischemia cerebrale. Il marito, i figli e il fratello hanno autorizzato il prelievo degli organi donando una speranza a chi attendeva

Appena un mese dopo la donazione multiorgano da parte di una giovane mamma, un altro importante episodio di solidarietà al SS. Annunziata di Taranto. Protagonisti stavolta, loro malgrado, il marito, i figli e il fratello di una donna tarantina di 61 anni, deceduta nel nosocomio cittadino a seguito di una grave ischemia cerebrale: dopo la morte della donna, hanno autorizzato il prelievo e la donazione degli organi.

Una settimana fa, il 29 gennaio, la donna è stata colta da una ischemia cerebrale rivelatasi subito molto grave. Giunta al SS. Annunziata, è stata subito operata in neurochirurgia ma, purtroppo, le sue condizioni non sono migliorate finché ieri, 4 febbraio, è sopraggiunta la morte cerebrale. Sono state quindi avviate le sei ore di osservazione, al termine delle quali la famiglia della donna ha compiuto un gesto di estremo altruismo, dando il proprio assenso al prelievo e alla donazione degli organi.

È stata così attivata la procedura con il Centro Trapianti e, mentre la dottoressa Doriana Benefico del reparto di Rianimazione del SS. Annunziata, con il coordinamento dal dottor Pasquale Massimilla, garantiva le condizioni per mantenere la funzionalità degli organi da prelevare, sono state individuate, tra le persone in attesa, quelle compatibili con la donna. Ieri in tarda serata, quindi, sono stati prelevati il fegato e i reni, trasportati subito a Bari dove c’erano già i riceventi. Sono state prelevate anche le cornee.

“È difficile trovare le parole per esprimere la nostra riconoscenza nei confronti di questa famiglia – ha affermato Stefano Rossi, Direttore Generale della ASL Taranto – Il loro è un gesto di grande amore; li ringraziamo per aver trovato, in un momento di sommo dolore, la forza e la lucidità per compiere un gesto così altruistico. Autorizzando il prelievo degli organi, hanno permesso alla speranza di illuminare la vita di altre persone e delle loro famiglie.”

Il ringraziamento della direzione della Asl va inoltre ai professionisti sanitari che, anche in questa occasione, hanno lavorato con perizia e professionalità garantendo la buona riuscita dell’intera operazione.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

DOMANI il Comitato 12 giugno inaugura due monumenti a Fragagnano e San Marzano con la “Giornata della Memoria… per non dimenticare mai”

DOMANI il Comitato 12 giugno inaugura due monumenti a Fragagnano e San Marzano con la “Giornata della Memoria… per non dimenticare mai”

A Fragagnano la Viceministra alle Infrastrutture Teresa Bellanova e a San Marzano Don Luigi Ciotti …