domenica 20 Settembre, 2020 - 11:55:39

Taranto: due minorenni di 13 e 14 anni conoscono coetaneo su Facebook e si allontanano da casa da sole per raggiungerlo a Roma

facebookTaranto – Nella mattinata di ieri, la madre di una minorenne di 13 anni di Taranto, ha contattato il 112 riferendo che la propria figlia era andata via di casa per raggiungere Roma, dove aveva allacciato amicizia con un coetaneo conosciuto tramite il popolare social network Facebook. La donna, in evidente stato di agitazione, ha riferito alla Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto che la figlia si era allontanata in compagnia di un’amica coetanea.
A tale punto, la Centrale Operativa ha immediatamente contattato la Polizia Ferroviaria di Taranto, per comunicare l’allontanamento delle due giovanissime, ma ha ricevuto notizia che, nell’arco pomeridiano, nessun treno era in partenza per la capitale. Sono stati quindi effettuati ulteriori accertamenti, che hanno permesso di individuare un unico pullman in partenza dal piazzale antistante la stazione ferroviaria di Taranto e diretto a Roma, il cui autista è subito stato contattato telefonicamente dai Carabinieri, ai quali confermava la circostanza che a bordo del mezzo da egli condotto erano salite due giovanissime ragazze. Nell’occasione, l’autista ha anche riferito che sul mezzo era presente una donna appartenente alla Polizia di Stato. È stato stabilito un contatto telefonico con quest’ultima, che ha preso in consegna le due ragazzine, facendo riferimento alla Centrale Operativa di questo Comando Provinciale.
Nel frattempo, il pullman era giunto in Basilicata, precisamente nel comune di Grassano dove, appositamente allertati, i Carabinieri della locale Stazione hanno preso in custodia le due fanciulle dalla collega della Polizia di Stato. Poco dopo, avvistati dagli operatori della Centrale Operativa dei Carabinieri di Taranto, peraltro sempre in contatto con le famiglie interessate all’evento, sono giunti a Grassano, presso il locale Comando Stazione Carabinieri, i familiari delle due ragazze, che hanno riabbracciato i congiunti.
La vicenda si è conclusa con un sentito ringraziamento da parte dei familiari delle giovani a tutti quanti si sono adoperati per il rintraccio delle ragazze.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Porto di Taranto: Nave  general  cargo fermata in stato di detenzione

Fermata in porto in stato di detenzione dai militari della Capitaneria di Porto una nave …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.