domenica 17 Ottobre, 2021 - 12:20:48

Tenta il suicidio impiccandosi nella sua pizzeria, grave un 37enne

AMBULANZAMANDURIA – E’ ricoverato in rianimazione e versa in gravi condizioni il titolare di una pizzeria di Manduria che ieri pomeriggio ha tentato di togliersi la vita impiccandosi nel suo locale. L’uomo di 37 anni è stato trovato in fin di vita da uno zio che lo ha tirato giù chiamando i soccorsi. Pare che ad avvertire il parente che abita vicino al locale sia stata la compagna dell’imprenditore che aveva ricevuto sul telefonino un drammatico messaggio contenente propositi suicidi. I sanitari del 118 che lo hanno trovato in arresto cardiorespiratorio lo hanno rianimato per diverso tempo prima che il cuore riprendesse a battere. Trasportato in ospedale è stato ricoverato nella rianimazione del Giannuzzi con la riserva della prognosi. Il trentasettenne già con un matrimonio fallito alle spalle aveva intrapreso da poco una nuova relazione sentimentale. Non si conoscono i motivi dell’insano gesto. Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione di Manduria.

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

TARANTO – Aggredisce autista della Kyma Trasporti: identificato e denunciato dalla Polizia di Stato

Il personale della Squadra Mobile, nel giro di poche ore, ha identificato e denunciato il …

Un commento

  1. Fate controllare i vostri conticorrenti mutui o cartelle equitalia ci sono tante associazioni o fondazioni antiusura come la mia che lo fanno in maniera gratuita,spesso è la banca a dovervi risarcire marco sasso cell 329****** cfabbrici103@libero.it http://www.sdlcentrostudi.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.